artrosi artrite rimedi
  • Home
  • Artrosi Artrite rimedi

Rimedi naturali dolori

Curare dolori artrosi artrite

Stringere la mano a un amico o aprire un barattolo, scendere le scale o sollevare un braccio sono gesti quotidiani che possono diventare molto dolorosi, se non impossibili, per chi soffre di dolori articolari. La causa non è unica, molte sono le malattie che provocano infiammazioni e degenerazioni delle articolazioni o gli eventi traumatici che le coinvolgono.

Dolori muscolari ossei anziani rimedi

Dolori ossei anziani rimedi

 

Può trattarsi di varie forme di artrite, di artrosi o ancora di sindromi che rientrano nella definizione molto generica di reumatismi. Qualsiasi articolazione del corpo umano può essere colpita, ma in particolare quelle delle mani e dei piedi, le spalle, le ginocchia, le anche e la colonna vertebrale. Secondo la parte del corpo colpita e l'avanzamento della malattia, il dolore e l'impedimento a muoversi diventano molto significativi.

Tra tutte le malattie reumatiche l'artrosi è la patologia di cui soffrono più persone: in Italia ne sono affette 4 milioni di individui; i più colpiti sono in prevalenza donne e anziani, anche se il 18% manifesta i sintomi già in età lavorativa. L'artrosi cervicale è infatti una malattia in aumento proprio tra i giovani, forse anche per la sedentarietà ormai raggiunta nella nostra società.

Viene definita malattia degenerativa e cronica ed è per questo che curarla diventa fondamentale: si mantiene la possibilità di movimento e si riduce il dolore, che è l'elemento più invalidante. Le indicazioni che darò negli scritti sono valide per l'artrosi e per i dolori articolari, secondo qunto insegnato dalla medicina generale. Il dolore alle articolazioni si può presentare all'improvviso, magari in seguito a un movimento brusco, a un trauma, a una infiammazione, oppure può essere una costante, come quando si soffre di malattie croniche. Il dolore è un sintomo importante e ha una funzione protettiva: avverte che nell'organismo è accaduto qualcosa di nocivo.

La sua intensità varia a seconda della localizzazione nel corpo, del tipo di alterazione che lo origina e la sua percezione è differnte per ogni individuo, infatti, la prima informazione sul dolore rimane a livello del midollo spinale ed è responsabile di una serie di reazioni riflesse e automatiche; una seconda sale, sempre attraverso il midollo spinale, al cervello ed è quella che ci dà la sensazione dolorosa. Quest'ultima è influenzata da numerosi fattori psicologici e ciò spiega come la sua tollerabilità vari da persona a persona.