sciamano medicina
  • Home
  • Sciamano medicina

Sciamano uomo medicina

Gli sciamani medici

"Uomo Medicina" o "donna medicina" sono termini inglesi usati per descrivere i guaritori tradizionali e leader spirituali tra i popoli indigeni o aborigeni nativi americani e di altre culture. Gli antropologi tendono a preferire il termine "sciamano", un termine specifico per un mediatore spirituale dei popoli Tungusic della Siberia. La funzione principale di questi " anziani medicina" è quello di assicurarsi l'aiuto del mondo degli spiriti, tra cui il Grande Spirito (Wakan Tanka nella lingua dei Sioux Lakota), a beneficio di tutta la comunità. sciamano nella prateria

A volte l'aiuto richiesto può essere per la guarigione da una malattia, a volte può essere per la guarigione della psiche, a volte l'obiettivo è quello di promuovere l'armonia tra i gruppi umani e tra gli esseri umani e la natura. Così il termine " uomo/donna medicina" non è del tutto inappropriato, ma semplifica eccessivamente e distorce anche la rappresentazione delle persone il cui ruolo nella società complemeti quella del capo della tribù. Queste persone non sono degli equivalenti dei nativi americani dei "medici scalzi"  cinesi, erboristi, né dei tecnici medici di emergenza che guidano veicoli di soccorso.

Per essere riconosciuti come colui che svolge questa funzione di ponte tra il mondo naturale e il mondo spirituale per il bene della comunità, un individuo doveva essere convalidato nel suo ruolo di quella comunità.

Uomini di medicina studiavano con l'ausilio di una specie di società di mediicna o facendosi seguire da un anziano già sciamano che gli insegnava tutto quello che doveva sapere sui riti, le erbe curative, come cacciare gli animali per ottenere successo e così via. Il termine "uomo di medicina" è comunemente utilizzato nelle comunità dei nativi americani, per esempio, quando Arwen Nuttall (Cherokee), del Museo Nazionale degli Indiani d'America scrive: "La conoscenza posseduta dalla gente di medicina è privilegiata e rimane spesso in particolari famiglie."

Lo sciamano nelle culture            sciamano nativi americani

I nativi americani tendono ad essere piuttosto riluttanti a discutere di questioni di medicina o lo sono, per lo meno, gli uomini di medicina con i non-indiani. In alcune culture, la gente non discuteva nemmeno di questi temi con gli indiani di altre tribù. Nella maggior parte delle tribù non ci si aspetta che vecchi di medicina si pubblicizzino o si presentino come uomini di medicina. Come scrive Nuttall, "una domanda di un nativo riguardo a credenze religiose o cerimonie è spesso vista con sospetto.

Un esempio di questo fu il cavo di medicina Apache o Izze-Kloth, il cui scopo era l'utilizzo da parte degli anziani Apache della medicina così che la medicina dei nativi fu un mistero per gli etnologi del 19° secolo perché "l'aspetto delle conoscenze degli Apache, riportate su queste corde, era così sacro che gli stranieri non erano autorizzati a vederli, tanto meno a maneggiare o parlare di loro."

La versione 1954 del New World Dictionary della lingua americana Webster, riflette la percezione corretta messa a punto dalle persone il cui uso del termine efficacemente definito era usato per la gente di quel tempo: "un uomo dovrebbe avere poteri soprannaturali per curare la malattia e per controllare gli spiriti ". In effetti, tali definizioni non erano spiegazioni di ciò che questi "uomini di medicina" erano per le proprie comunità, ma invece riportavano il consenso degli osservatori socialmente e psicologicamente lontani dal contesto, quando cercarono di classificare questi individui. Il termine "uomo di medicina o donna di medicina", come il termine" sciamano ", è stato criticato dai nativi americani, così come altri specialisti nel campo della religione e dell'antropologia.

Il termine " uomo/donna medicina" è stato spesso usato dagli europei per riferirsi a guaritori tradizionali africani, noto anche come "stregoni" o "uomini/donne feticisti" ovvero che esponevano articoli particolari o feticci.