Rimedi cervicali

Cure cervicalgia rimedi medicina naturale

Evitare il movimento perché provoca dolore o fare ginnastica? Prima di dare le indicazioni su ogni parte specifica del corpo, vediamo gli accorgimenti di base. La cervicale, costituita da sette vertebre che formano la struttura ossea del collo, è il segmento più mobile della colonna vertebrale: essa consente movimenti di flessione, estensione, rotazione, inclinazione e circonduzione. Se osservata di lato, normalmente essa forma una curvatura rivolta verso il dietro (lordosi). Il tratto cervicale della colonna vertebrale è quello che più facilmente è soggetto a tensioni, dolori, movimenti inappropriati e posture che non sono corrette.

cervicali rimedi naturali

Rimedi cervicali

 

Il dolore cervicale può presentarsi in modo acuto oppure lento e via via aumentare. Nel primo caso la persona lamenta un dolore improvviso e violento in una ristretta zona della nuca che impedisce in genere la rotazione del corpo o verso destra o verso sinistra, accompagnato a volte da forte nausea oppure, di rado, da vertigine, ronzio alle orecchie, agitazione. Nel secondo caso, quando è a insorgenza lenta, il dolore è sordo e localizzato in un tratto cervicale della colonna e provoca dolore, per esempio, guardando in alto o indietro (come nelle manovre di retromarcia in auto). Talvolta ogni movimento del collo fa male e il dolore può scomparire e ricomparire a brevi intervalli senza riferimento preciso, oppure essere silente per molto tempo per poi riacutizzarsi improvvisamente. una variazione del dolore cervicale è la cervico-brachialgia, una sofferenza irradiata all'arto superiore fino alla mano. Questo può essere persistente o presente solo durante alcuni movimenti; aggravato nella posizione supina e attenuato in altre (per esempio, ponendo le mani dietro la nuca).

Gli esercizi per le cervicali:

Tutti gli esercizi seguenti vanno eseguiti da seduti, con i piedi ben appoggiati al suolo, le braccia distese lungo i fianchi e la schiena dritta.

* Portare molto lentamente la testa in avanti, fino ad appoggiare il mento sullo sterno, poi mandare la testa indietro, cercando di appoggiare la nuca sul dorso. Ripetere tre volte.

* Inclinare lentamente la testa da un lato come ad appoggiare l'orecchio sulla spalla, eseguire molto lentamente il movimento e ripeterlo dall'altro lato. Ripetere tre volte.

* Girare molto lentamente la testa da un lato, tenendola perfettamente orizzontale, come se si dovesse guardare dietro le spalle. Ripetere dall'altro lato per tre volte ciascuna.

* Descrivere un cerchio con la testa molto lentamente, in senso antiorario. Ripetere in senso orario, più il movimento è lento, maggiore è l'efficacia. Ripetere tre volte.

Aromaterapia e massaggio

In genere è bene evitare di massaggiare direttamente il collo nei punti dolenti a meno che non lo si sappia fare perfettamente, in caso di dolore cervicale, quindi, si inizia a massaggiare molto delicatamente le regioni circostanti alla zona dove è localizzato il dolore, comprese le spalle, le braccia e le dita delle mani. Il massaggio può essere effettuato con una miscela composta da 50 ml di olio di mandorle dolci e 10 gocce di olio essenziale di rosmarino, che ha azione distensiva. L'automassaggio può essere effettuato anche tre volte al giorno per 5 minuti, fino a miglioramento anche se personalmente sono contrario a questa pratica personale poiché non ci si può massaggiare il collo rilassando il collo, giacché per farlo dobbiamo alzare la spalla per far arrivare la mano in loco, cos ache pone in tensione una parte del collo.

Le essenze floreali

L'essenza floreale di lillà, il cui nome latino è Syringa, che significa "tubo" e ha dunque una analogia con la forma a tubo della colonna vertebrale, è indicato per migliorare le affezioni che interessano il collo e la parte alta della schiena. Calma l'infiammazione e rilassa i muscoli, favorendo l'assunzione della postura corretta. Utile massaggiare con delicatezza la parte dolorante con una miscela composta da 100 ml di olio di mandorle in cui siano state diluite 6 gocce di essenza floreale di lillà, 2 volte al giorno, fino alla scomparsadei sintomi.

Gemmoterapia

Nell'artrosi cervicale cronica è indicata una miscela composta da Pinus montana gemme, Ribes nigrum e Rosa canina: allevia il dolore cervicale e la cefalea muscolo tensiva localizzata a livello della nuca e nella zona occipitale. Se la radiografia ha evidenziato erosioni cervicali si aggiunge Lonicera nigra, giovani getti. Posologia: 30 gocce della miscela 3 volte al giorno per 3 mesi, da assumere lontano dai pasti, sciolte in poca acqua e tenute sotto la lingua per un minuto prima di deglutire.

Rimedi omeopatici

Gelsemium, in preparazione omotossicologica si usa come cura di fondo per il dolore. Posologia: 10 gocce ogni 15-30 minuti in fase iniziale, per poi diradare la frequenza di assunzione in base al miglioramento.

Lachnanthes 5 CH, se il dolore si irradia, si aggiunge in caso di dolori muscolari della nuca e nelle nevralgie che originano dalla regione cervicale e si irradiano alle tempie e all'occipite, spesso provocando disequilibrio e vertigini. Agisce specificatamente sul rachide cervicale e cervicodorsale. Posologia: 5 granuli ogni 2-4 ore fino a miglioramento dei sintomi.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga