Ipertensione da ansia e stress

Ipertensione cure naturali

Ipertensione ansia rimedi

Avere la pressione alta significa soffrire di ipertensione e, quindi, avere dentro di sé un'enorme energia che mette sotto sforzo il nostro sistema circolatorio. Infatti, il sangue, circolando a una velocità maggiore dentro ai vasi sanguigni, ne determina un logoramento che favorisce la formazione di placche aterosclerotiche.

Il flusso più violento del sangue nell'ipertensione, può determinare lo staccarsi di piccole porzioni di queste placche e causare trombi che, a loro volta, determinano ictus e infarti. L'ipertensione determina anche un urto maggiore del sangue sulle pareti cardiache e un loro ispessimento, cosa che non consente al cuore di contrarsi adeguatamente.

Chi è iperteso difficilmente manca di energia, in loro lo stress si manifesta sotto forma di iperattività. Chi soffre di ipertensione, specie provocata da ansia, sembra essere a proprio agio solo quando è impegnato a pieno ritmo, cercando di condurre a termine ciò che deve fare in tempi rapidi e con la massima efficienza, anzi, semmai è proprio il momento del relax e dell'inattività a procurargli dei problemi. Ma è proprio il non riuscire mai ridurre la pressione (anche quella sanguigna) che rappresenta il vero problema di chi soffre di ipertensione da ansia.

Sbalzi di pressione sintomi ipertensione

Ma quali sono i sintomi di chi soffre di sbalzi di pressione nella ipertensione? Il fatto di diventare rosso in facci, un colore rosso scuro, senza aver sollevato pesi, e mantenere tale colorazione per un certo tempo prolungato; il soggetto tende a soffrire di brevi mancanze di coscienza recuperata velocemente (si tratta di un paio di secondi); senso di soffocamento nei casi più gravi; il soggetto che soffre di sbalzi di pressione repentini rischia capogiri e instabilità sulle gambe.

Olivo contro ipertensione

L'olivo è uno dei rimedi più indicati in caso di pressione alta, così come in natura la pianta sa cogliere e regolare la quantità di luce e di calore solare che la investe, allo stesso modo è efficace nell'equilibrare la pressione del sangue che, al pari dell sole, smista calore ed energia in tutto l'organismo. Per queste sue caratteristiche, l'olivo appare particolarmente indicato a personalità dalla chiara impronta "solare", dinamiche, energiche, razionali, votive, ma anche dotate di una forte carica emozionale. Le dosi di questo rimedio sono molto variabili, in funzione del tipo di somministrazione, dell'entità del disturbo e della sensibilità individuale, meglio pertanto incominciare con dosi medio basse e aumentare o diminuire secondo necessità: 15-20 gocce di estratto fluido o 30 di tintura madre 2-3 volte al giorno sono di solito già sufficienti nei casi di ipertensione lieve; la cura di mantenimento può consistere in 5-10 gocce di estratto fluido la sera.

Rimedi attacchi di ansia da ipertensione

Anche l'omeopatia può essere utile per controllare la pressione, ecco i rimedi adatti per controllare la pressione alta dovuta a stress:

Belladonna: è il rimedio per chi è "sanguigno", impulsivo e tende a strafare. Spesso le manifestazioni di disturbi e disagi si manifestano con sintomi forti (febbre alta, spossatezza infinita...), che toccato illoro livello massimo, rapidamente scompaiono.

Sulphur: è per chi ha la pressione costantemente alta, mal sopporta il calore e soffre di frequente di vampate calde al viso, sudorazione profusa, capogiri, palpitazioni e nausea.

Aconitum: è il rimedio omeopatico adatto in caso di un'esplosione improvvisa del disturbo, i sintomi della crisi in tali situazioni si preannunciano come cefalea con un senso di pressione esterno, vertigini se si muove il capo e palpitazioni, il tutto associato a ansia, paura di morire, che portano il soggetto a muoversi senza sosta. Aconitum è utile quando la crisi avviene dopo il tramonto o in una stanza calda. Si assume alla 5CH, nella dose di tre granuli ogni ora, diradando gradualmente la somministrazione allo scemare delle crisi.

Dosi: Tranne Aconitum, questi rimedi omeopatici si prendono in granuli, alla 5 CH, 5 granuli 2 volte al giorno.

Un olio essenziale utile in caso di sbalzi pressori è quello di ylang ylang: questa pianta di origine tropicale ha grandi fiori gialli da cui si distilla un'essenza che riequilibra la pressione sanguigna e ha un'azione distensiva su tutto il sistema circolatorio e calmante per il sistema nervoso. Potete diluire una goccia di olio essenziale di ylang ylang, per un massaggio serale o aggiungerlo all'acqua del bagno, il suo profumo, diffuso nell'ambiente, combatte affaticamento e stress. Valutate però la vostra sensibilità personale al suo profumo intenso, perché alcuni accusano cefalea.

 

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga