Bucato fresco naturalmente

bucato fresco e pulito

Bucato pulito con bicarbonato

Anche se dal punto di vista medico non sembra avere attinenza metto comunque questo scritto perché l'igene personale è importantissima per non perdere la salute, spesso infatti, acari e batteri si annidano nei panni già lavati che noi crediamo disinfettati, mentre invece le cose non stanno come crediamo siano. Il bicarbonato si presta bene per pulire tutte le superfici lavabili dell'abitazione e in particolare della stanza da bagno in questo locale infatti si concentra l'umidità che può originare muffe e sui sanitari si possono formare residui di sporco e patine di calcare. Il bicarbonato leggermente abrasivo aiuta a rimuoverli e a combattere la muffa inoltre come è noto ormai assorbe anche gli eventuali odori. Il lavandino in particolare è esposto al rischio che vi si depositino residui di sporco, di sostanze grasse e di detergenti e cosmetici; oltre alla pulizia quotidiana è utile un trattamento più approfondito con il bicarbonato. Per una pulizia accurata spargi il bicarbonato sulla superficie del lavandino su una spugna versa un pò di sapone liquido e poi sfrega tutta la superficie da pulire, quindi risciacqua per togliere ogni residuo.

Tutti i sanitari in porcellana o smaltati tornano perfettamente puliti e lucidi dopo un trattamento con il bicarbonato è utile anche per la pulizia della doccia in particolare per rimuovere il calcare incrostato là dove si accumula l'acqua stagnante: per pulire la vasca da bagno sfrega la superficie con una spugna umida cosparsa con una pasta di acqua e bicarbonato risciacquando poi e asciugando la superficie trattata.

Se sul fondo della vasca c'è una patina di calcare spargi il bicarbonato e poi spruzza dell'aceto bianco, la reazione provocherà schiuma, passa il bicarbonato anche sulle pareti con un panno umido e poi passa con l'aceto, dopo aver lasciato agire qualche minuto sfrega con una spugnetta infine risciacqua.

Per pulire le superfici del box doccia cospargi una spugna umida con bicarbonato sfrega poi sciacqua e asciuga, mentre per il piatto doccia usa anche l'aceto come descritto poco fa così disinfetterai anche con l'azione combinata dei due prodotti infine risciacqua come sempre per evitare che si creino altri aloni asciugandosi da solo.

Se la tenda della doccia si scurisce ed è in plastica  sfregala con acqua e bicarbonato. Per pulire la tazza del wc esistono in commercio numerosi prodotti specifici sono a base di prodotti chimici molti dei quali non biodegradabili, l'alternativa è l'uso del bicarbonato di sodio con il supporto di sostanze acide naturali che aiutano a sciogliere il calcare come l'aceto, il succo di limone (in questo caso risciacquare bene o diventerà tutto appiccicoso dopo la pulizia) e l'acido citrico.

Il bicarbonato di sodio è un composto alcalino come ripetiamo spesso nel sito cioè con un ph basico cosa che lo rende efficace nel contrastare la formazione di muffe e funghi che possono crearsi in ambienti umidi come il bagno infatti le muffe prosperano in ambiente acido e per bloccarle sul nascere si può usare il bicarbonato.

Il suo uso è molto efficace anche a livello preventivo è importante areare bene il locale per mantenerlo il più asciutto possibile riducendo l'umidità stagnante che crea l'ambiente adatto per le muffe. I punti in cui le muffe si formano più facilmente sono le vie di fuga dove per pulirle si può preparare una pasta di bicarbonato  e acqua (tre parti di polvere e una di acqua) e spalmarla sulle fughe, poi con uno spazzolino da denti sfregare con energia infine risciacquare  e asciugare con un panno .

 

Ti potrebbe interessare leggere