Bacche Acai superfood Amazzonia

Bacche di acai proprietà

Bacche di acai

Antiossidanti, dimagranti, antinfiammatorie, antitumorali, benefiche per le nostre cellule, migliorano la circolazione e ci danno la carica, ora sono reperibili anche nel nostro paese.

Bacche di Acai proprietà

Acai è una bacca indigena che si trova comunemente nelle foreste pluviali dell'Amazzonia. Il nome scientifico della pianta è Euterpe oleracea, della famiglia delle Palme (Arecaceae): la pianta può raggiungere anche i 20 o 30 metri di altezza e presenta foglie pinnate lunghe fino a 2 metri. La bacca di Acai (si pronuncia Asai)è una scoperta recente in quanto è da poco che la ricerca etnobotanica è arrivata a classificarle come i frutti più nutrienti di tutta la foresta amazzonica.

Se vuoi comprare le bacche acai di ottima qualità clicca qui

Il frutto è una bacca piccola e arrotondata di colore viola scuro quasi nero, con diametro approssimativo di 20/25 mm, simile a un grande acino d'uva nera, ma con meno polpa e un solo grande seme (si usa infatti il termine "drupa" che indica il frutto con un solo seme), inoltre le bacche di acai sono racchiuse in pannocchie che contengono circa 700-900 elementi. Si tratta di un frutto altamente deperibile e questo è il motivo per cui il frutto fresco non è disponibile in Italia. Si segnalano tanti buoni motivi per inserire le bacche di acai nella nostra dieta, vediamoli.

Con un contenuto estremamente elevato di antiossidanti (polifenoli) le bacche di acai possono contribuire a rallentare o invertire i processi tipici di invecchiamento legati all'infiammazione e al danno ossidativo cellulare. In realtà, le bacche di acai sono tra le più alte fonti di antiossidanti esistenti in natura: per dare l'idea, una bacca possiede dieci volte la quantità di antiossidanti rispetto all'uva, due/tre volte la quantità dei mirtilli. L'acai inoltre contiene 33 volte più antociani rispetto al vino rosso.

Il fitocomplesso di acai aiuta a conferire senso di sazietà (anche grazie all'elevato contenuto di fibre) nonché a diminuire la necessità di apporto calorico e quindi la sensazione di fame: quest'ultimo effetto è dovuto principalmente all'elevato contenuto di sostanze nutrienti ed energizzanti presenti nel frutto (vitamine, minerali, acidi grassi, eccetera) che, conferendo all'organismo una sensazione di energia e benessere diminuiscono la richiesta di introduzione di cibo.

Inoltre, la presenza di acidi grassi essenziali favorisce l'accellerazione del metabolismo. Uno studio statunitense del National Insitute of Aging ha scoperto che la polpa della bacca di acai ha inoltre la capacità di ridurre gli effetti negativi di una dieta ricca di grassi.

Le bacche di acai sono estremamente ricche di antociani, un tipo di antiossidanti vegetali associato alla capacità di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, sono inoltre ricche di steroli vegetali che forniscono benefici a protezione dell'apparato cardiovascolare, impediscono la coagulazione del sangue, migliorano la circolazione sanguigna generale e rilassano i vasi sanguigni. Le bacche di acai possono anche aiutare a mantenere il nostro apparato digerente pulito e ben funzionante, possedendo infatti potenti capacità di disintossicazione del corpo umano, sono una ottima fonte di fibre alimentari.

Bacche acai su albero

Bacche di acai in grappolo

 

Tra gli altri cibi più conosciuti in Italia con proprietà paragonabili ci sono i frutti di bosco, anch'essi ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre. Attualmente, molti prodotti di bellezza hanno nella lista degli ingredienti l'olio di acai, che grazie al suo alto contenuto di antiossidanti, sta diventando un'ottima alternativa naturale ai prodotti chimici che a lungo andare danneggiano la pelle. Assunte come alimento le bacche possono anche dare alla pelle un colorito sano.

Grazie agli antiossidanti e quindi alla presenza di acido allagico e di vitamina C, il sistema immunitario si rafforza e contestualmente si riduce la crescita dei tumori: uno studio pubblicato recentemente sul Journal of Agricolture and Food Chemistry ha rilevato che i composti polifenolici estratti dalle bacche di acai riducono la proliferazione delle cellule tumorali dal 56-86%. Si pensa che i principi attivi contenuti nel frutto di acai possano fermare il processo di carcinogenesi a livello molecolare, uccidentdo le cellule tumorali prima che si moltiplichino. L'attenzione della ricerca è attualmente rivolta in particolare alla relazione tra acai e il cancro alla prostata.

Grazie a tutti i benefici descritti per la salute, l'assunzione di estratto di acai può favorire un aumento del livello generale di energia e della resistenza, il frutto di acai può contribuire a combattere stanchezza e spossatezza: alcuni studi preliminari hanno dimostrato che le bacche di acai possono favorire l'equilibrio mentale delle donne in menopausa. Questa famosa bacca rossa favorisce una migliore circolazione di sangue nel corpo umano e di conseguenza può contribuire a un aumento del desiderio sessuale, soprattutto per gli uomini.

Ricordo che anche per questo "super cibo" vale la regola di inserirlo nella propria alimentazione con l'obiettivo di variare e completare la propria dieta. Le proprietà antiossidanti a lungo andare risulteranno benefiche, meglio di qualunque integratore chimico, ma ci sono anche molti cibi del nostro territorio dotati di queste proprietà, da consumare in sintonia con la loro stagionalità (frutti di bosco, melograno, uva, tanto per citarne alcuni).

Non aspettiamo quindi di ottenere chissà quali miracoli, poiché in natura, nonostante le enormi qualità benefiche delle bacche di acai o di altri super cibi, i miracoli non esistono, possiamo solo fare del nostro meglio scegliendo una alimentazione equilibrata e sana, oltre a uno stile di vita il più possibile naturale.

ACQUISTA ANCHE TU LE BACCHE DI ACAI CLICCANDO SU QUESTA SCRITTA

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga