Intestino pulito in salute

Intestino pulito e salute

Intestino infiammazioni rimedi naturali 

 

Un intestino attivo e pulito è il vero segreto della salute e previene anche febbre, bruciori e acidità di stomaco, poiché non và a sovraccaricare il fegato nelle sue funzioni digestive.

Salute intestino soluzioni naturali

 

Sulla scorta dell'esperienza e delle conoscenze di medicina tradizionale, già gli antichi sapevano che un intestino pulito costituiva la più efficace barriera contro le infiammazioni e non a caso anche le nostre nonne, in caso di febbre e influenza, utilizzavano come prima cura una leggera purgazione.

Sulla flora batterica intestinale, infatti, prolifera circa l'80% delle cellule immunitarie, ma se questo tessuto è infiammato i nutrienti introdotti col cibo non vengono ben assimilati, le difese si riducono e aumentano i radicali liberi circolanti, con la propagazione dello stato infiammatorio a tutto il corpo. A questo si aggiunge che, nei mesi freddi, si moltiplicano virus gastrointestinali che indeboliscono ulteriormente l'organismo e alterano la peristalsi e l'assorbimento delle sostanze, favorendo la febbre e rendendo cronici molti disturbi.

Un uso ragionevole e regolare di magnesio, aiuta la regolarità dell'intestino, pulisce dalle tossine oltre a diminuire i dolori in genere, derivati dall'accumulo di tossine nell'organismo. Per acquistarlo potete cliccare sull'immagine che segue per informarvi meglio e avere un prodotto di qualità svizzera. 

Acquistare magnesio marino di qualità

Per eliminare le scorie infiammanti dall'intestino e neutralizzare i batteri cattivi, alla mattina e alla sera potete bere un bicchiere di acqua in cui avrete sciolto un cucchiaino di succo di Aloe senza aloina, che ha una azione più dolce ma pur sempre efficace, altrimenti potete sempre prendere l'Aloe completa. Proseguite poi la cura per 10 giorni. Per colonizzare la microflora batterica, che è deputata ad aiutare l'intestino a dissolvere e digerire il bolo alimentare, assumete fermenti lattici una volta al giorno di mattina a stomaco vuoto.

In presenza di infiammazioni del tratto gastrointestinale, per pima cosa correggete la dieta: evitate l'eccesso di fibre ma privilegiate frutta e verdura cotte, eliminate gli ortaggi a foglia verde, i lieviti, gli zuccheri, i formaggi (che tendono a intasare l'intestino), l'alcol, i salumi, le carni rosse e il caffé (poiché potrebbe aumentare l'infiammazione essendo un eccitante forte).

 

Al posto del vino, abituatevi a pasteggiare con acqua naturale arricchita di succo fresco di limone e un cucchiaino di sciroppo di acero che ha poteri nutritivi, depurativi e riequilibranti (controllare che sia sciroppo puro di acero e non addizonato di zuccheri di varia natura). POtete anche usare il radicchio rosso, magari assumendolo con risotti depurativi, che purifica il tratto intestinale in questione.

Se l'infiammazione gastrointestinale provoca acidità, colite e gonfiore, il rimedio è il succo di rabarbaro a microdosi (a dosi elevate il rabarbaro è lassativo quindi attenzione); sciogliete un cucchiaino in mezzo litro di acqua naturale e bevetene a piccoli sorsi durante la giornata.

 

in alternativa usate la Boswellia serrata: questa pianta, che cresce in India e Cina, a differenza dei FANS non danneggia la mucosa gastrica e ha una rapida azione antinfiammatoria; assumetene 1 compressa da 300 mg 2 volte al giorno fino a miglioramento.

Se il sintomo prevalente è la stipsi, sfiammate l'intestino con i semi di psillo bianco: la sera, versatene un cucchiaio in un bicchiere di acqua e bevete il liquido con i semi che prenderete alla mattina del giorno dopo. Se all'inizio noterete un leggero gonfiore non preoccupatevi perché sarà il colon che si sta purificando, continuate la cura per 3 settimane.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga