I vaccini? Dannosi e non servono a niente

 

Vaccino papilloma virus danni

Pericoli vaccini anti papilloma virus

La creatrice del vaccino Gardasil ammette che il vaccino da lei inventato non solo non serve a nulla ma che è anche dannoso per la salute delle persone.

Vaccini dannosi papilloma virus

Una nuova bufera in ambito medico, ha travolto il settore dei vaccini, già danneggiato dal calo di fiducia della popolazione, che si sta man mano rifiutando sempre più di far uso di vaccini, dopo che la dottoressa Diane Harper, creatrice del vaccino Gardasil, quello che dovrebbe agire contro il papilloma virus, molto pubblicizzato negli ultimi 3 anni dalle lobby mediche, che ha spinto, facendo leva sulla paura generata dalla stessa campagna di vaccinazione, milioni di donne a vaccinarsi mettendo in grave pericolo la propria salute. Ormai, si può asserire che i medici sono più favorevoli a contrastare la salute delle persone piuttosto che a proteggerla, come invece cercano invano di far credere ad oggi, a chi ci casca ancora.

Si sa che la gente acquisisce paura verso qualcosa, grazie a campagne mirate, che servono a generare l'emozione di insicurezza o timore, ma l'informazione degli ultimi anni (falsa o non corretta, secondo i detrattori della "teoria", che tanto "teoria" non si può più definire, del fatto che i vaccini siano più deleteri che utili a proteggere la salute comune), ha dato sempre meno forza alla propaganda legata ai vaccini, spinta per far lievitare i conti delle lobby mediche, non certo per proteggere la popolazione.

Sta di fatto che molte malattie per cui si dovrebbe essere coperti da questi "ritrovati", stanno tornando nonostante i vaccini in commercio, ma si sa che la maggior parte dei sostenitori del "veleno istituzionalizzato" danno la colpa a periodi sociali, emergenze umanitarie ma mai a chi veramente ne ha.

La dottoressa Harper, come si diceva, ha sviluppato il vaccino che doveva agire (secondo le mire denunciate dalle ditte farmaceutiche) contro il papilloma virus, ed ha studiato i vaccini Gardasil e Cervarix: dopo aver partecipato alla formulazione della composizione del vaccino e aver studiato gli effetti che questi vaccini davano sulla salute, si è decisa finalmente, a unirsi all'immensa massa di persone che, da anni, stanno denunciando il fatto di essere spesso state costrette a vaccinare i figli avvelenandoli, per lo meno mettendoli nella situazione di poter correre rischi di salute, per colpa di mire economiche di ditte produttrici di questi vaccini.

La pericolosità di questi vaccini era già stata testimoniata da migliaia di casi in tutto il mondo, danni che avevano colpito migliaia di giovani ragazze vaccinate con il timore di essere oggetto del virus del papilloma, invece si sono ritrovate a vivere malformazioni di varia natura o reazioni avverse debilitanti o che hanno danneggiato il sistema nervoso o immunitario, in maniera irreversibile. Alla fine di questo scritto troverete il video che presenta la pericolosità dei vaccini in esame.

Alla Quarta Conferenza Internazionale sulla Vaccinazione Pubblica, fatto dal 2 al 4 ottobre nel 2009, quindi non un ritrovo per complottisti, la dottoressa Harper ha fatto il suo annuncio sulla pericolosità dei vaccini, annuncio che è stato accolto con favore da chi pensava stesse favorendo la promozione dei vaccini Gardasil e Cervarix, ma invece cercava di screditare tali prodotti, facenti parte delle ditte per le quali la dottoressa aveva lavorato.

I partecipanti alla conferenza, una volta usciti, hanno compreso che l'uso di vaccini non sia così positivo come certe lobby vorrebbero far passare, che sia più rischioso assumere il vaccino contro il papilloma virus, piuttosto che correre il rischio di venirne infettati, per questo molti si sono domandati allora quale utilità possa avere l'assunzione di queste "cure".

La Dottoressa Harper nel suo intervento, ha spiegato che il rischio di cancro alla cervice, negli Stati Uniti, è già molto basso e che le vaccinazioni rischiano di non avere alcun effetto sulla percentuale di cancro su questa zona del corpo, infatti, il 70% di tutte le infezioni da HPV, si risolvono senza trattamento nel corso massimo di un anno.

Nonostante i vaccini anti HPV siano stati testati su bambine dai 15 anni in su, vengono prescritti per bambine di 9 anni: attualmente più di 15.000 ragazzine hanno accusato effetti collaterali negativi causati dalla vaccinazione con Gardasil, effetti che sono stati registrati dal Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), numero che fa riflettere poiché relativo al solo calcolo dei genitori che sono riusciti a superare gli ostacoli messi di fronte, a coloro che desideravano denunciare i problemi legati ai vaccini stessi.

Per la vaccinazione con Gardasil sono addirittura morte 44 ragazze a causa di effetti collaterali, naturalmente le comunità scientifiche non hanno fatto pubblicità a questi casi, per paura di perdere le percentuali riconosciute, relative al numero di persone che si convincono a vaccinarsi... mazzette che coprono la moralità dei dottori.

Tra gli effetti indesiderati del vaccino anti papilloma, vengono descritti la Sindrome di Guillian Barré (paralisi della durata di anni o permanente che, alle volte, causa soffocamento), il lupus, le convulsioni, i coaguli di sangue e l'infiammazione del cervello, tutti rischi per i quali i genitori non vengono avvertiti ma, anzi, almeno in Italia, si chiede loro di firmare una discarica di responsabilità inerente gli effetti collaterali dei vaccini in esame (in questo caso non solo per il vaccino contro papilloma virus).

Sono sempre di più i ricercatori che non riescono più a tacere la verità sulle potenziali reazioni avverse di tanti medicinali così come dei vaccini e, per sentirsi ancora tranquilli con la propria coscienza (cosa che non hanno molti medici, ai quali uno stipendio alto giustifica anche la distruzione della vita altrui), fanno outing, mettendo in piazza quello che fino a qualche tempo fa, non si sarebbe mai pensato di dire in pubblico, pena la radiazione dall'albo, o problemi di carriera e credibilità. La dottoressa Harper ha detto:

"Circa otto donne su dieci, che sono sessualmente attive, avranno l’HPV ad un certo punto della loro vita. Normalmente non ci sono sintomi, e nel 98 per cento dei casi esso si risolve. Ma in quei casi in cui ciò non avviene, e non viene trattato, può portare a cellule precancerose che possono evolvere in cancro cervicale."

Quando riferisce che, i casi non trattati, "potrebbero" portare al cancro del collo dell’utero, in realtà significa che il rapporto è solo una congettura ipotetica che è redditizia se la gente realmente ci crede, in poche parole, non esiste alcuna relazione, che sia stata scientificamente provata, che il vaccino contro il papilloma virus faccia veramente ciò che si afferma, ma esso viene comunque commercializzato come efficace.

Non esistono prove certe che questi vaccini contro tali virus possano effettivamente curare o prevenire qualsiasi tipologia di cancro. Anche i produttori del vaccino stesso, asseriscono che il vaccino funziona solo su 4 dei 40 ceppi di virus della malattia venerea in discussione, la quale comunque si esaurisce da sola, senza nemmeno curarsi, nella maggioranza dei casi, per questo motivo, la probabilità che tale vaccino possa effettivamente essere di qualche aiuto, è quasi nulla.

La Dottoressa Harper ha dichiarato che le morti per Gardasil sono state sottovalutate dal “US Centers for Disease Control and Prevention (CDC)”, che ha dato l’illusione che il vaccino fosse in qualche modo sicuro, ma la stangata peggiore al commercio e alla validità del vaccino in esame, la dottoressa l'ha data quando ha affermato che i benefici per la salute delle donne, relative al vaccino Gardasil, si debba intendere come "nulla", continuando dicendo che il vaccino non ha portato a nessuna riduzione dei tumori alla cervice.

Clicca sulla immagine di seguito per comprare il libro "Perché ho vaccinato i miei figli ma non i miei nipoti":

Vaccinazioni pericolose o no?

Altri articolai correlati

Composizione dei vaccini obbligatori

Papilloma virus 

Informazioni sui vaccini

 

 

 

 

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga