Frode ricerche sul vaccino MMR

Frode ricerche sul vaccino MMR

Errori scientifici su vaccini

Frodi scientifiche sui vaccini

Ancora una volta, altre notizie allarmarti emergono dal mondo dei vaccini e riportano di come le aziende mentano sui risultati positivi che presenterebbero i vaccini, come il vaccino MMR (contro morbillo, orecchioni e rosolia).

Verità sui vaccini

Lo scienziato William Thompson ha rilasciato una dichiarazione pubblica che rappresenta l'evidente ammissione di una frode scientifica perpetrata dai Centri di Controllo delle Malattie (CDC) statunitensi. Il ricercatore ha asserito quanto segue (traduzione dall'inglese):

"Il mio nome è William Thompson. Sono uno scienziato senior presso i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, dove lavoro dal 1998. SOno pentito del fatto che io e i miei coautori abbiamo omesso delle informazioni statistiche rilevanti nel nostro articolo del 2004 pubblicato sulla rivista Pediatrics. I dati omessi indicavano che i maschi africani a cui era stato somministrato il il vaccino MMR dei 36 mesi incorrevano in un maggiore rischio di autismo. Erano state prese delle decisioni a riguardo a quali conclusioni diffondere dopo la raccolta dei dati e io ritengo che non sia stato seguito il protocollo di studio finale."

Quanto dichiarato dal Dottor Thompson dà luogo a quattro considerazioni. La prima è la conferma che la stampa alternativa aveva avuto ragione su questa storia riguardo gli effetti dei vaccini sull'autismo, anticipando il New York Times, il Washington Post e qualsiasi giornalista vincitore del Pulitzer.

Secondo, gli scienziati del CDC hanno effettivamente cospirato per alterare i dati e nascondere risultati significativi che legano il vaccino MMR (vaccino contro morbillo, orecchioni e rosolia) a un maggiore rischio di autismo per i bambini afro-americani.

Terzo, lo studio del 2004 a cui si fa riferimento dovrebbe essere immediatamente ritrattato.

Quarto, i media e l'establishment medico devono delle scuse al Dottor Andrew Wakefield, la cui carriera e reputazione sono state distrutte da quando lanciò l'allarme sul legame fra autismo e i vaccini MMR.

Se il CDC fosse onesto con il pubblico, i genitori potrebbero prendere decisioni informate sul livello di rischio che sono disposti a correre: vale la pena vaccinare un bambino per il morbillo se esiste un rischio di 1 su 100.000 che diventi autistico? E se il rischio è di 1 su 1.000 o ancora più alto? Il pubblico non ha mai avuto la possibilità di conoscere queste cifre perché il Dottor William Thompson ha cospirato per perpetrare una frode scientifica e nascondere i dati, è questo il nodo della questione.

Se i vaccini venissero commercializzati in modo onesto, con una descrizione credibile dei rischi, consentendo così ai genitori di fare scelte informate, probabilmente non incontrerebbero grande resistenza e i genitori farebbero vaccinare i propri figli. E se dai vaccini venissero eliminati tutti i conservanti e adiuvanti tossici, è probabile che non vi si opporrebbe proprio nessuno.

Il CDC, proprio attraverso il tipo di frode scientifica ammessa dal Dottor Thompson, è diventato uno dei peggiori nemici pubblici da quando ha deciso di mentire attivamente per decenni commissionando una falsificazine scientifica sui vaccini (e chissà cos'altro a questo punto). In Italia non siamo messi meglio giacché sapppiamo bene come essendo noi una colonia americana, arrivino da noi le stesse schifezze e usi e consumi per fare soldi uguali a quelli presenti negli Stati Uniti, avendo noi poi un livello di serietà (dimostrabile in qualsiasi momento) veramente deprecabile...

Fonte: naturalnews.com   27 agosto 2014         http://tinyurl.com/jwl8k9t