Antinfiammatori aumentano rischio di scompensi cardiaci

FANS pericolo scompensi cardiaci

Antinfiammatori FANS scompensi cardiaci

Da nuovi studi scientifici e non derivati da ricerche fuffa di pseudo ricercatori alternativi, fanno emergere prove collegate a scompensi cardiaci per l'uso di antinfiammatori con base Fans (Farmaci antinfiammatori non steroidei).

Antinfiammatori pericolosi

Chi non ha mai usato gli antinfiammatori dopo che svegliandosi o magari dopo una giornata di lavoro ha "assaporato" la sua dose di dolore quotidiano? Ci sono anche quelli che usano gli antidolorifici come altri usano le vitamine.... ebbene nuovi studi hanno evidenziato che gli antidolorifici che fanno parte dei Fans, causerebbero dannni a livello caridaco, scatenando spesso aritmie caridache o anche infarti se usati ad alti dosaggi o troppo spesso, a sostenerlo sono i dati di un nuovo studio appena pubblicato sul British Medical Journal .

Lo studio, condotto dal docente di statistica medica dell'università di Milano-Bicocca, Giovanni Corrao, ha analizzato più 92.163 ricoveri ospedalieri in 4 Paesi europe ovvero, Italia, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito. Confrontando 8.246.403 casi, con l'uso di 27 differenti tipologie di Fans, tenendo conto anche delle dosi e delle risposte, sono giunti alla conclusione che il rischio di ricovero ospedaliero per scompenso cardiaco è strettamente dipendente dal dosaggio.

Informazioni sugli scompensi cardiaci da Fans 

Infografica abuso FANS antidolorifici

Dallo studio è emerso che , come è naturale per ogni medicinale, all'aumento della dose di antinfiammatori Fans, aumenti anche il rischio di scompensi cardiaci e problemi al cuore, un incremento del rischio di ricovero ospedaliero che varia dal 16% per il naprossene all’83% per il ketorolac.

Ovviamenti ci sono pareri che discostano e tendono a minimizare, come alcuni cardiologi o farmacisti, che dicono che anche se diversi studi in passato hanno messo in evidenza i possibili rischi dell’uso di Fans e Coxib per il cuore (tra cui l’ultimo position paper della Società Europea di Cardiologia), non sempre gli esperti sono d’accordo. L'invito quindi rimane di usare certi medicinali con prudenza e sotto controllo medico.

Nei Paesi occidentali ogni anno almeno il 15% della popolazione si fa prescrivere un Fans e la percentuale è molto più elevata tra gli anziani. I pazienti cardiopatici non fanno eccezione a questa regola. Il rischio è molto legato all’utilizzo di questi farmaci ed aumenta nei dosaggi più elevati. Sono farmaci eccellenti ma vanno usati con cautela e con dosaggi adeguati senza abusarne.

Un consiglio che mi sento di dare, una volta che ogni persona abbia sperimentato quale sia il suo livello massimo di sopportazione del dolore, è di usare gli antinfiammatori Fans solo se veramente necessario e non per evitare di soffrire anche minimamente.... usate sempre il cervello quando usate i medicinali perché in fondo sono sempre delle droghe ovvero elementi chimici che agiscono sul nostro organismo, oltre il limite naturale del suo agire.

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga