Primo Chakra Muladhara

simbolo primo chakra muladhara

Simbolo chakra Muladhara

Chakra base Muladhara

Il nome sanscrito di questo chakra è Muladhara ovvero “radice”, “base”, governa l'energia fisica e gli istinti legati alla sopravvivenza oltre che all'istinto ed alla conoscenza “animale” ovvero quella non legata alla razionalità umana. Solitamente questo chakra si sviluppa nell'età che va da 0 ai 7 anni, lasso di tempo in cui il corpo si sviluppa a livello basico. In questo chakra risiede l'energia chiamata Kundalini che altro non è se non l'energia sessuale collegata alle prerogative di cui ho parlato più sopra, ovvero alla sopravvivenza e agli istinti, alla necessità di accoppiarsi e avere figli, per consentire una continuazione del Sè. I colori che interessano questo chakra sono il rosso, e il rosso scuro ma anche il nero che ha attinenza all'oscurità insita nell'istinto cieco così come ai colori delle pietre usate per curare questo centro di energia con la cristalloterapia, ma i suoi colori complementari sono anche il marrone e il grigio, tutti colori legati all'elemento Terra, rappresentato da questo chakra. Gli organi fisici e le parti del corpo che governa il Muladhara sono la colonna vertebrale all'altezza del coccige (nella base inferiore della spina dorsale), la circolazione del sangue, l'ultimo tratto di intestino, il retto e il sangue in generale.

Condizioni fisiche legate al chakra:

Se ci si sente stanchi, si soffre di astenia, mancanza di forza fisica, sindrome da affaticamento cronico, di stitichezza, emorroidi, sensazione di vuoto ai reni, problemi alle surrenali, pressione alta, anoressia, o altri sintomi legati alle specifiche di questo chakra, significa che si hanno problemi di energia e/o chiusura nel muladhara.

Correlazioni psichiche ed emotive:

Quando si soffre di problemi a questo chakra si provano difficoltà ad imporsi, poca voglia di vivere, poco coraggio, gli altri non capiscono che anche noi esistiamo, si soffre di difficoltà nel prendere decisioni perché si ha paura di non essere all'altezza, si è avari o spendaccioni, non si riesce a vivere con i piedi per terra, problemi sessuali (sia se troppo che troppo poco).

Fiori di bach e fiori Californiani:

Per curare con i fiori di Bach le disfunzioni di questo chakra si possono usare il Centaury oppure tra i fiori Californiani il California Pitcher Plant, la Manzanita, il Mountain Pride, il Rosmary.

saluto al sole esercizio indiano yoga

Saluto al sole Yoga

Se si vuole nutrire questo chakra con alimenti corretti, si devono usare solamente proteine di derivazione animale poiché collegate al versamento di sangue (uccidere una vita per trarne energia). E' inutile che i new ager o i vegani/vegetariani vogliano sostituire le leggi di natura con loro pensieri che cercano di far passare per giusti quando a un attento esame logico e razionale, stanno semplicemente andando contro natura. In natura non esiste il fatto che un essere vivente decida di nutrirsi o no di un alimento, semplicemente si mangia per rimanere in vita, ogni vita è basata sulla morte di una altra, perfino questi pseudo “illuminati” (si illuminati dalla luce dei pazzi) per rimanere in vita devono per forza uccidere una vita per nutrirsene (anche le piante hanno una vita senziente come anche studi scientifici hanno dimostrato).

Pietre adatte al Muladhara:

Nel trattamento cristalloterapico si possono usare, per riattivare o regolare questo chakra, l'agata rossa, il diaspro rosso, l'eliotropio, l'ematite, il granato, il legno pietrificato, l'occhio di bue, l'onice nera, l'ossidiana, l'ossidiana “fiocco di neve”, lo spinello rosso (un tipo di granato il topazio rosso, la tormalina nera, la tormalina rossa.

pietre varie muladhara chakra

Pietre Muladhara chakra

Solitamente per trattare il Muladhara si usano sempre due pietre poste una su ciascuna coscia all'altezza degli inguini, oppure poste una sotto ciascun piede, o ancora all'altezza del perineo.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga