Terzo Chakra Manipura

Terzo chakra Yoga

Simbolo induista chakra manipura

Simbolo terzo chakra manipura

 

Il suo nome in sanscrito è Manipura che significa “città della gemma”, risiede nel plesso solare, caratterizza l'energia nervosa e rappresenta il passaggio dell'energia materiale a quella mentale, si sviluppa tra i 15 e i 21 anni. Questo chakra interessa il rapporto che ognuno ha coni suoi simili e con la società; è il collegamento tra parte istintiva ed parte emotiva personale, rappresenta il chakra dell'ego e della volontà: se il chakra manipura risulta debole non si ha la forza di assertività o non si riesce a far dominare la propria volontà rispetto agli altri, mentre se è eccessivamente sviluppato può dare problemi inerenti al fatto di essere eccessivamente rigidi verso sé stessi e gli altri o l'essere troppo volitivi. Questo chakra rappresenta il “cervello addominale” guidato dalle emozioni scaturite di riflesso che hanno a che fare con gli istinti e le necessità di sopravvivenza primarie come l'avere una forma di sostentamento (da lavoro o altro) e un riparo oltre che le pulsioni primarie legate al possesso di una persona anche se con termini legati alle emozioni. Manipura si sviluppa specialmente in coloro che lavorano con i muscoli, la creatività, lo sport; il suo colore è il giallo mentre il suo colore complementare è l'oro, l'elemento è il fuoco.

meditazione chakra manipura

L'aspetto anteriore di questo chakra manipura riguarda il desiderio di imporre la propria volontà sul mondo, l'affermazione personale con cui possiamo provare una sensazione di soddisfazione. Se il chakra funziona correttamente riusciamo a ottenere quando vogliamo raggiungere, agendo nel migliore dei modi per fare in maniera di avere ciò che la nostra volontà desidera, sentendoci sicuri e soddisfatti del posto che occupiamo nel mondo. Il chakra anteriore Manipura ci indica come ottenere ciò di cui abbiamo bisogno ottenendo la soluzione ai problemi che ci parano di fronte non come ostacoli ma bensì come sfide che ci miglioreranno e rafforzeranno interiormente. Se il chakra è armonioso la persona agisce in maniera chiara nella ricerca del successo: questo chakra si occupa anche della trasformazione dell'energia derivata dal cibo, in energia mentale e spirituale, passando questa energia anche a chakra minori come quelli del fegato, dello stomaco e della milza.

L'aspetto posteriore del chakra Manipura, rappresenta le caratteristiche oscure o legate al passato, oscure per il fatto che siano sepolte nella psiche e che forse non si conoscono non per il fatto di essere negative. Questa parte del chakra contiene le conoscenze passate che ci hanno insegnato come capire quando scegliamo la strada corretta ai nostri scopi e quando sbagliamo via, contiene anche le nostre “sconfitte” che abbiamo, spesso, seppellito nel nostro inconscio perché il ricordo ci faceva stare male. Questo chakra ci insegna a usare la logica e il ragionamento per raggiungere lo scopo prefissato, ma rappresenta anche le opinioni che ci facciamo riguardo i sistemi e le strategie che possiamo usare per ottenere la vittoria.

Organi collegati al chakra Manipura:

Stomaco, apparato digestivo, fegato, cistifellea, milza, pancreas, apparato muscolare, la schiena, sistema immunitario, sistema nervoso autonomo, la termoregolazione, pancreas endocrino (cellule di Langerhans). I disturbi inerenti questo chakra saranno collegati a questi organi e tutto quello che ne deriva.

Correlazioni psichiche ed emotive:

Malattie psicosomatiche come ansia, nervosismo, depressione, sensazione di pugno allo stomaco; dipendenze varie, egoismo, rabbia, intolleranza, avidità sia a livello materiale che emotivo,desiderio di potere, disturbi alimentari.

Fiori di Bach e Californiani:

Si può curare con l'uso del fiore di Bach Crab Apple; oppure usare i fiori californiani Blackberry, Larkspur, Quince, Sunflower.

simboli chakra manipura terzo

L'alimento collegato al chakra sono i cereali: si pensa che ogni chakra abbia un alimento preponderante comunque in generale ogni cibo ha reazioni positive o negative su tutti i chakra poiché non si devono pensare i chakra come ruote di energia staccate le une dale altre bensì compenetrate le une nelle altre in un continuo moto dove l'uno si perde nell'altro.

Pietre adatte chakra manipura cristalloterapia:

Tutte le pietre giallo/dorate possono ottenere risultati buoni nel trattamento cristalloterapico, come ad esempio l'agata gialla, l'occhio di bue, labradorite con iridescenza gialla, citrino, quarzo rutilato, la tormalina gialla, topazio giallo, eccetera.

 

Ti potrebbe interessare leggere