Colore Indaco

Curarsi con i colori

Nello spettro cromatico, l'indaco corrisponde alla lunghezza d'onda compresa tra 450 e i 440 nanometri: l'indaco è un colore simile all'azzurro, perciò alcuni studiosi lo hanno identificato con questo colore, secondo jung l'indaco non è un colore, ma una sfumatura dell'azzurro verso il violetto. L'indaco è collegato con la nota Sol e con il chakra della gola; in realtà, è il colore profondo della notte senza luna e veniva usato nelle statue delle divinità come simbolo del cielo e delle forze spirituali per il suo contenuto di cosmicità e sacralità.

Per questo motivo, gli antichi egizi usavano truccare con l'indaco gli occhi delle divinità e anche i propri. L'indaco dona serenità e tranquillità, è rinfrescante, antisettico e cura le malattie della psiche purificando i pensieri e legandosi al corpo astrale dell'uomo. L'indaco non deve essere usato nelle tonalità molto intense perché, essendo un colore astringente, rischia di dare le vertigini e porta a far affiorare i sensi di paura; per questo motivo non va mai usato nelle cliniche psichiatriche.

Il colore indaco in cromoterapia viene usato per disturbi che necessitino il riuscire a parlare usando temi profondi, oppure il riuscire a esprimere la propria volontà, creando così i presupposti per costruire una vita nuova.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga