Colore Rosso

Cure cromoterapia

Goethe afferma che il colore rosso contiene in sé tutti gli altri colori, proprio perché è quello che ha lunghezza d'onda più bassa ed è il più impregnate, è uno ei colori rpeferiti dai bambini, che gradiscono i colori vivaci perché sono più ricchi di emozioni. Nello spettro cromatico il rosso corrisponde alla luce la cui lunghezza d'onda è compresa tra 800 e 650 nanometri. Per il suo potere di stimolare i tessuti e le reazioni biochimiche dell'organismo umano è stato chiamato il "grande attivatore energetico", padre dela vitalità.

E' un colore sempre caldo, attivo, stimolante, legato al sangue e al fuoco, al movimento,all'attività, all'entusiasmo, alla vitalità e all'estroversione. Caratterizza l'elemento fuoco, quindi favorisce la presa di coscienza e il collegamento con il divino che è in noi, rappresenta l'energia non ancora direzionata e ci rimanda all'immagine del fuoco e del soleche sorge, le energie primigenie che possono portare calore e sicurezza, oppure distruzione e siccità.

Il rosso è il colore che decongestiona il dolore, che facilità la guarigione delle ferite e delle lesioni cutanee (i romani usavano vestire i soldati di rosso non solo perché questo colore spaventava i nemici ma anche per le proprietà emostatiche che avevano i tessuti rossi), è vasodilatante quindi è utile per gli eczemi e le patologie della pelle, aiuta i disturbi circolatori, aumenta la produzione di globuli rossi, e stimolando con questo colore la retina e il nervo ottico, libera ormoni e sostanze chimiche che migliorano l'umore negli stati depressivi.

Rimedi alternativi curarsi con colori

Il rosso è controindicato negli stati infiammatori o quando nell'organismo è già presente questo colore (cioè quando sono in corso stati febbrili, ipertensioni, infiammazioni); nelle forme algiche (per le quali va utilizzato il suo complementare, il blu); nelle depressioni, dove il rosso, aumentando l'attività cerebrale, porterebbe a uno stato maniacale. Il rosso collegato con la nota Do, è il colore più eccitante, è in risonanza con il chakra sacrale e le funzioni che gli si collegano (una volta i bordelli erano colorati dentro e fuori di rosso, da lì prendono anche il nome di locali a luci rosse).

Il rosso eccita i nostri desideri più fisici: il sesso, la crapula, la violenza e l'ira; eccitandoci, fa salire il sangue alla testa, come si usa dire, mette in moto l'adrenalina e la persona diventa violenta ecco perché usare questo colore ad esempio in camere dove si curano certi comportamenti ossessivi e violenti è controindicato. Il colore rosso però aiuta anche ad aumentare l'afflusso di acidi gastrici e innesca il bisogno di mangiare. Tutte queste informazioni l'essere vivente le riceve senza che nessuno lo abbia istruito a tal proposito: chi ama usare il colore rosso è estroverso, prorompente, brillante, coinvolgente, sempre in movimento, trascinante, vivace e intraprendente.

Nelle scuole Steineriane i bambini cominciano subito a giocare con i colori e a riconoscerne il significato: nelle aule dei bambini più piccoli si utilizzano i colori più caldi, come il rosso ma naturalmente nella versione più chiara, colore che diventa arancione e giallo nelle classi superiori ai sei anni, poi verde, blu e viola per i ragazzi che cominciano a sviluppare la capacità critica e si avvicinano agli esami.

In alcuni paesi il rosso è il colore dei funerali, dell'impurità, della donna con il ciclo e del cappuccio del boia, in altri è simbolo di rinascita e in alcune località si avvolge il neonato in un panno rosso per conferirgli vitalità. Negli ambienti dove si mangia, il rosso rende frenetici, quindi, anche se è un colore che stimola l'appetito è meglio a farne un uso esagerato, come accade ad esempio nei ristoranti cinesi, dove ci si sente sempre di corsa. Per i cromoterapeuti il colore rosso è molto utile nella cura all'obesità, essi consigliano di mangiare cibi rossi come fragole, lamponi, ciliegie, pomodori, barbabietole, angurie e insalate rosse; di esporsi per almeno cinque minuti al giorno alla luce di una lampadina rossa da 15 watt, illuminando i piedi, lo stomaco e la schiena; bere acqua solarizzata di rosso; di utilizzare la forza del proprio pensiero, facendo salire dalla pianta dei piedi una luce rossa che pervade tutto il corpo.

In alchimia la trasmutazione deve passare dall'Opera al Nero, che è il simbolo della morte e del ritorno al caos dell'origine, all'Opera al bianco, simbolo di purificazione e infine all'Opera al rosso, in cui avvengono la fusione e la metamorfosi. Il rosso è legato al principio della vita animale e umana, infatti il nostro liquido vitale, il sangue, è di colore rosso: ha una matrice duplice perché il sangue è la vita, ma simboleggia anche la morte (nel caso se ne perda, ecco perché molti hanno una paura atavica nel vedere qualcuno che perde sangue). Il colroe rosso è come un guerriero che bisogna saper controllare, come gli istinti umani che possono essere passionali ed esasperati se non sono compresi e direzionati. Esotericamente il colore rosso è un colore da donare solo a chi lo desidera.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga