Aglio

 aglio pianta e bulbo

Aglio bulbo e pianta

Aglio

Descrizione: pianta perenne affine alla cipolla, con un odore particolarmente aromatico e un sapore assai piccante, a fiori rossi, tendenzialmente sferici. Le foglie sono piatte, larghe, da Verdi a grigio verdi. La pianta è alta fino a 80 cm.

Habitat: originarie dell'Asia centrale, l'aglio oggi intensamente coltivati in tutta Italia.

Raccolta: le piante giovani, prima della formazione dei bulbi, sono per l'uso immediato molto saporite e delicate. Per l'uso comune occorre raccogliere i pugni dopo l'apparizione delle foglie, ma non troppo tardi, finché i singoli spicchi non vadano dispersi. Per favorire l'ingrossamento dei bulbi si usa torcere il fusto delle piante a giugno: dopo la raccolta e bulbi si asciugano sole che si conservano legati in trecce o mazzi in locali asciutti.

Avvertenze: l'aglio è controindicato per quanti soffrono di pressione bassa, ai malati di fegato, ai sofferenti di dermatosi squamosa, alle nutrici, nei sintomi congestivi polmonari, per quanti soffrono di irritazione allo stomaco e all'intestino.

L'aglio vanta un tal numero di proprietà salutari, alimentari e aromatiche, che lo pongono senza dubbio tra le piante indispensabili. Oltre a oligoelementi e sali minerali, il bulbo contiene vitamina A, B1, B2, PP e C. L'aglio risulta efficace per combattere dolori reumatici catarri bronchiali, bronchiti fetide, germi intestinali, febbri. Venerato dalla medicina popolare, l'aglio ha meritato tanta stima da essere usato come arma estrema contro epidemie gravissime come il colera. Contro le verminosi se ne frantumano due spicchi nel mortaio e si impastano con un cucchiaio di olio di oliva. Uso: per i bambini tre-quattro cucchiaini al giorno, per gli adulti il doppio.

Contro i dolori reumatici si schiacciano 30 g di spicchi d'aglio si mescolano con 50 g di olio di oliva caldo e succo di limone, si massaggia per cinque minuti la parte indolenzite e quindi ci si ricopre con un termoforo la testa di lana. Frantumato e mescolato con olio di oliva si utilizza per unzione, come rimedio contro la stanchezza e i dolori ai piedi. Celebri sono le sue proprietà antisettiche per cui costituisce un'eccellente prevenzione delle malattie infettive. Contro la nevrosi che il catarro bronchiale causato dal tabacco si fanno bollire in 100 ml di latte quattro spicchi di aglio, si filtra e si giustifica con un cucchiaino di miele. Uso: due tazzine al giorno, una al mattino e uno alla sera. Nel caso non si sopporti un uso schietto dell'aglio basterà comperare le capsule preparate già pronte all'uso che non danno però il classico cattivo odore nell'alito.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga