Usi e proprietà della canapa

Canapa indiana proprietà curative

Canapa indiana proprietà

Pianta di canapa indiana

Negli ultimi tempi, si è visto una corsa alla liberalizzazione della Canapa indica, volgarmente detta "Maria" (qui in Italia) o denominata più propriamente Marijuana: questa pianta venne messa fuori legge non tanto per un pericolo reale derivato dalla sua potenzialità psicotropa, cosa che possiede anche la vite una volta lavorata e resa sotto forma di alcol di vino o grappa, ma per lanciare i prodotti di derivazione chimica del petrolio sul mercato, basti pensare che la prima macchina che fece Ford fu la Ford T, fatta con la scocca in canapa che andava a etanolo di canapa, la macchina più ecologica del mondo per quei tempi ma anche oggi, se vogliamo guardare bene... ma cosa è la Marijuana o Canapa? Vediamolo insieme.

La pianta della canapa indica cresce velocemente, non ha bisogno di antiparassitari o pesticidi come tante altre piante, è una pianta adattogena di suo perché la si può coltivare dal livello del mare fino ai 2000 metri di altezza, facile da coltivare resiste anche fino a zero gradi centigradi unico neo è che è illegale. Della pianta della Canapa si usano tutte le parti, i semi possono anche venire usati per l'alimentazione del bestiame o per implementare di sostanze utili alla salute dell'essere umano il pane fatto in casa con semi vari (semi di papavero, anice, ecc).

Foglia di canapa indiana

Foglia canapa indiana

Qualità curative Canapa Indiana

Per chi non lo sapesse, la Canapa può essere usata per ben 5000 (cinquemila) modi diversi. Le proprietà terapeutiche sono straordinarie:
– Contro glaucoma
– Potente vasoldilatatore
– Stimola l’appetito
– Anti epilettico
– Anti asmatico (dilata i bronchi)
– Contro catarro e mal di gola (dilata i bronchi favorendo la fuoriuscita di muco)
– Migliora il sistema immunitario (stimolazione del sistema nervoso centrale)
– Migliora il sistema nervoso centrale e simpatico
– Prevenzione e possibile cura contro malattie neurodegenerative
– Anti nausea
– Anti vomito
– Combatte i radicali liberi
– Migliora l’idratazione della pelle
– Ansiolitico
– Analgesica
– Ipoallergenica
– Stimolazione della neurogenesi e dell'up/down o regolazione delle cellule sinaptiche
– Regolarizza la digestione
– Rilassa i muscoli
– Stimola le facoltà cognitive
– Coadiuvante
– Regolarizza il ciclo sonno-veglia

Utilizzo nel campo spirituale:
– Aumenta la creatività
– Stimola il subconscio
– Amplia i sensi
– Eleva la coscienza
– Stimola la meditazione
– Può stimolare la ghiandola pineale
– Stimola la curiosità verso l’astrazione e l’immaginazione

Fiori di canapa indiana marijuana proprietà

Fiori di canapa indiana

Nota bene: Tutti i dati si riferiscono a un USO e non ad un abuso della pianta della canapa, inoltre si riferiscono solo ai soggetti che conducono una vita regolare. La Cannabis può rafforzare le difese immunitarie e può aiutare a risolvere complessi problemi psicologici ma tutto dipende sempre e comunque dall'individuo.

Utilizzo industriale e sue possibili applicazioni:
– Tessuti
– Vestiti
– Vernici
– Colle
– Carta
– Plastica
– Carrozzerie delle macchina
– Legno di canapa
– Combustibile
– Costruzione di abitazioni fatti in buona parte da prodotti derivati dalla canapa
– altro....

Utilizzo alimentare:
– Foglie, verdura
– Semi contenenti omega3-omega6 oltre a tutti gli 8 amminoacidi essenziali, le proteine e i carboidrati
– Olio alimentare
– Possibile utilizzo come alimento per sfamare popolazioni povere

Utilizzo nel campo dell’ agricoltura:
– Sopprime le erbacce infestanti
– Auto-concima il terreno
– Può essere usata come pesticida naturale
– I semi possono essere destinati per gli allevamenti di animali

Pregi della canapa indiana:
– Cresce nel giro di 2-6 mesi
– Non ha bisogno di concimi (si autoconcima)
– Non ha bisogno di pesticidi come dicevo all'inizio
– Non ha bisogno di un clima particolare
– Facile da coltivare e da raccogliere le piante in quanto viene utilizzato tutto della pianta, comprese le radici.

Devo però riportare anche i risultati di ricerche scentifiche relative all'abuso della canapa come droga, che ha testano come i risultati sul lungo periodo (dell'abuso sconsiderato e, forse anche l'affiancamento di altre droghe) possa portare i soggetti a instupidirsi con la perdita di intellligenza e alla memoria, uno studio condotto dalla National Academy of Sciences condotto nel 2012, protratto per ben 35 anni e poi pubblicato su riviste scientifiche.

La cosa non da da pensare poiché si parla apertamente dell'abuso continuato di questa sostanza, mentre bisogna tenere presente che la sostanza più forte è presente solamente nelle inflorescenze femminili della pianta e solo in un certo periodo del suo ciclo vitale. Se si dovesse usare la pianta della canapa per usi quotidiani usando le varie parti della stessa, non ci sarebbero problemi, inoltre usare le sommità (sono queste quelle indicate come marijuana e la pianta intera) fumandole arreca danno anche per il fatto che il fumo fa male di per sé.

Non voglio assolutamente spingere nessuno a usare una pianta controllata dalla legge (anche se non condivido la legge presente la devo rispettare) ma solo fare informazione sana ed equilibrata perché se una pianta si trova al centro del mirino della legge, non lo è per colpa sua ma per coloro che, come per tutto quello che può creare dipendenza psicologica o fisica, ne abusano.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga