Mirtillo

mirtilli qualità erboristeria

Mirtillo

Descrizione: il mirtillo è un piccolo arbusto semi legnoso da cui si dipartono fusti eretti ramificati. Le foglie sono di forma ovale, alterne, dotato di breve picciolo di margine finemente dentato, i fiori sono di colore rosato, la fioritura avviene in primavera-estate. Il frutto di una bacca rotondeggiante, grossa come un piccolo bacino, di colore nero violaceo la pianta può raggiungere il mezzo metro di altezza.

Habitat: cresce abbastanza frequentemente nelle zone alpine ed appenniniche. Predilige i suoli acidi e di terreni ben dotati di humus: è diffuso dalla collina fino oltre 2000 m di altezza.

Racconta: si utilizzano le foglie fresche o essiccate e le bacche raccolte a perfetta maturazione.

Avvertenza: l'uso prolungato delle foglie può essere pericoloso. Non confondere i frutti con altri vegetali velenosi. Non confondere il mirtillo in questione con il mirtillo palustre che velenoso, o con il mirtillo rosso.

I frutti del mirtillo distillati, da non ricorda sapore gradevole, più spesso i suoi frutti vengono consumati crudi o impiegati per preparare le deliziose gelatine, sciroppi e marmellate. Il decotto di mirtillo serve per eliminare i punti neri del viso. Ecco di seguito la ricetta per confezionare una grappa di mirtillo. Si pongono macerare in 1 l di grappa secca, una manciata di bacche del motore di mirtillo, avendo cura di rimestare di tanto in tanto.

mirtilli selvatici su pianta

pianta mirtillo

Trascorsi 20 giorni si filtra e si aggiungono 50 g di zucchero (tenete la bottiglia o in recipienti di vetro lontano dalla luce diretta del sole e da fonti di calore chiusa parentesi. Lasciate riposare ancora un giorno ed imbottigliate. Un metodo più sbrigativo consiste nel mettere a macero le bacche nella grappa e servirle direttamente col liquore. Questo liquore dal piacevole sapore è anche un disinfettante intestinale. I frutti del mirtillo sono commestibili ed eccellenti, tanto da essere ricercati da quanti hanno confidenza con i boschi e le piante che li popolano.

Da parte mia invito quanti non conosco la pianta del mirtillo ad evitarne la raccolta, perché sono molti i frutti velenosi che possono essere simili. In ogni caso i frutti del mirtillo sono particolarmente ricchi di vitamina A e C, nonché di acidi organici,tannini e sali minerali. Nelle diarree si consiglia di consumo fresco del frutto, oppure si possono bollire i frutti essiccati: 20 g in mezzo litro d'acqua per cinque minuti, si lascia riposare per altri cinque minuti, si filtra e se ne consumano portasse lontano dai pasti.

Lo stesso decotto è pure un buon disinfettante dell'intestino. L'infuso di un cucchiaio di foglie essiccate, fate riposare per qualche minuto i 250 ml d'acqua bollente e filtrato, si consiglia i sofferenti di abete. Uso: due tazze al giorno.

L'infuso di mirtillo: mettete 20 g di foglie di mirtillo in 1 litro d'acqua bollente e fate riposare per un quarto d'ora, filtrate e consumate nelle dosi di due tazze al giorno per una quindicina di giorni, risulta di giovamento per quanti soffrono di arteriosclerosi e disturbi circolatori. Il mirtillo, infatti, ha la proprietà di mantenere elastici i vasi sanguigni. Nei casi di emorroidi si fanno bollire 20 g di foglie in 1 litro d'acqua per un paio di minuti. Si lascia riposare per 10 minuti e si sciacqua la parte dolorante.

 

 

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga