Preparati per uso interno

tisane curative erboristeria

 

Preparati interni erboristici

Le piante medicinali possono venire assunti in vari modi: sottolineando che molti vegetali possono essere consumati quotidianamente come aromi sul cibo, come verdura, frutta o come succo fresco, diamo di seguito un breve elenco dei possibili preparati a base di piante medicinali. Facciamo riferimento ai metodi di preparazione facilmente proponibili a livello domestico, tralasciando quelle che vengono generalmente definite preparazioni galeniche, in genere acquistabili in farmacia e che richiedono i dosaggi e la consulenza di un farmacista o di un erborista esperto.

Le tisane

Sono preparati che sfruttano l'effetto solvente dell'acqua calda o fredda. I procedimenti per la preparazione della tisana sono principalmente tre: decotto, infuso e macerato. Di volta in volta, a seconda del tipo e della parte di pianta utilizzata, si sceglierà il più adatto, si deve tener presente che le erbe aromatiche e i fiori, tranne alcune eccezioni, non vanno bolliti perché il calore distruggerebbe i principi attivi in essi contenuti; in questi casi sarà bene preferire l'infuso o la macerazione. Per parti di vegetali più dure (bacche, corteccia, segni, radici) si potrà invece scegliere la decozione oltre che il macerato nel caso si desideri rendere le tisane più gradita al palato, si consiglia l'uso del miele vergine integrale, il quale, ricco di principi naturali, si sposa bene con le erbe.

Infuso

Si utilizza per tutte quelle erbe particolarmente ricca di principi attivi che si volatilizzano velocemente al contatto con liquidi o calore. Si versa acqua calda sulle droghe poste in un recipiente di vetro o terracotta; dopo un periodo di riposo o infusione oscillante tra i cinque e i 15 minuti si mescola e si filtra. L'infuso ha assunto subito dopo la preparazione, per evitare che i principi attivi si disperdano con il vapore.

Decotto

La spezia va posta in acqua fredda in un recipiente provvisto di coperchio portata a ebollizione, lasciando poi sobbollire per un tempo variabile dai cinque minuti per fiori e foglie e parte aerea, ha il 10-20 minuti per radici, cortecce, frutti. Come l'infuso, anche il decotto va assunto appena pronto per evitare disperdersi dei principi attivi.

Macerato, tintura od oleoliti

Preparati che richiedono un tempo maggiore dei due precedenti. Le spezie vanno posti a riposare in acqua fredda (o olio, vino, alcol, sempre a freddo) per un periodo che varia da un giorno a più settimane a seconda del tipo di erba e del tipo di solvente o liquido utilizzato. Tutte le operazioni vanno eseguite a freddo.

Una parola va spesa per i vini medicamentosi, una buona usanza del passato che sta ritornando oggi in auge per via del ritorno della passione per la raccolta delle erbe. Vanno preparati utilizzando vini, bianco o rosso, di buona gradazione (anche Marsala o Porto) seguendo attentamente le dosi e le modalità descritte nelle ricette. Si somministrano poi a cucchiai a piccoli bicchieri. Oltre a tisane a uso interno vengono frequentemente consigliati gli sciroppi, specie nel caso si voglia curare bambini ai quali può risultare sgradevole il sapore delle erbe in tisana, con sciroppi che altro non sono che un liquido denso a base di zucchero o miele in cui è stata disciolta una data dose di preparato di erbe.

 

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga