Acufeni e disturbi alle orecchie

Acufeni zonzii alle orecchie fischi

Problemi alle orecchie | acufeni

I ronzii auricolari insorti dopo traumi acustici necessitano di una rapida terapia antiedema e neuroprotettiva cosa che, ad esempio, si può ottenere con vitamine del gruppo B e acido lipoico e piante ad attività diuretica antinfiammatoria (attenzione per coloro che soffrono di pressione bassa). La pianta con queste caratteristiche Spirea Ulmaria nella dose di 25-300 gocce, 3 volte al giorno dopo i pasti, pianta nota come fonte di acido salicilico, precursore utile per la sintesi dell'aspirina. Usata in forma di estratto idroalcolico o di infuso, 2-3 cucchiai in un litro di acqua bollente, ha anche proprietà diuretiche, ovviamente è controindicata ai soggetti allergici all'aspirina.

Quando invece i ronzii auricolari o acufeni in genere, siano caratteristici di un precoce invecchiamento auricolare, o di malattia di Ménière, serve una pianta conosciuta soprattutto per migliorare i disturbi della memoria, in realtà particolarmente indicata nei disturbi della micro circolazione arteriosa periferica. Si tratta del Ginko (Ginko biloba), la pianta dai mille primati: è la pianta più antica, la più resistente ai freddi glaciali, la più studiata dal punto di vista scientifico e quella che in realtà ha pure un utilizzo azzeccato contro gli acufeni.

 

Avvertenze: la terapia deve iniziare precocemente , nel primo mese dall'insorgenza degli acufeni, ed essere protratta per almeno 3-6 mesi, in base alle esigenze e le caratteristiche cliniche del paziente. Dovrà essere presa in considerazione e curata la eventuale presenza di concause metaboliche e generali quali l'ipercolesterolemia, l'ipertrigliceridemia, l'iperglicemia, l'ipertensione, il fumo, eccetera. Il ginko biloba può essere correttamente assunto sotto forma di estratto secco ottenuto dalle foglie. Gli estratti devono essere depurati dagli acidi ginkolici e standardizzati in flavonoidi e ginkolidi. Cautela nella cura degli acufeni, nei soggetti in terapia con altri farmaci, in particolare con antiaggreganti piastrinici e anticoagulanti. Da assumere ovviamente sotto controllo medico. Posologia media (va valutato soggetto per soggetto che accusa acufeni) 100-200 mg al giorno.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga