rimedi reflusso gastrico

Reflusso gastro-esofageo

Sintomi sindrome da reflusso gastro esofageo

Rimedi contro reflusso gastrico

Rimedi naturali contro reflusso acido 

La malattia da reflusso gastro-esofageo è una sindrome assai comune, attribuibile al reflusso del materiale acido gastrico nell'esofago: di per sé, il reflusso è un evento comune in ogni individuo, che non deve essere considerato una patologia a meno che non dia origine a sintomi conclamati o complicazioni. La maggiore responsabilità di questa condizione è dello sfintere esofageo inferiore, una sorta di valvola muscolare posta tra lo stomaco e l'esofago che, in chi soffre di reflusso, talvolta non si chiude con forza sufficiente a opporsi alle ondate di materiale gastrico verso l'esofago, talvolta si rilascia in modo inappropriato, aprendo così la porta all'acido.

Cause e sintomi del reflusso gastrico

 

Ma la causa può anche risiedere nell'alterata attività motoria dell'esofago, nella presenza di un'ernia iatale e poi nell'eccessiva produzione di acido da parte dello stomaco. Anche svariati farmaci possono ridurre la pressione di questa valvola come i calcio-antagonisti per la cura della pressione alta e gli antispastici. Tre, fondamentalmente i sintomi caratteristici: la pirosi è la sensazione di acidità o bruciore alla bocca dello stomaco e che spesso risale la gola; il rigurgito; il dolore dietro lo sterno. Si fanno spesso sentire dopo qualche ora dal pasto o di notte e possono essere acuiti da certi alimenti come agrumi e pomodori, nonché dai pasti copiosi o ricchi di grassi.

Fastidi minori che non costituiscono la regola sono : salivazione abbondante, bocca amara, lingua impaniata. La malattia da reflusso gastro-esofageo può generare anche sintomi atipici:raucedine, tosse cronica, bronchite e asma bronchiale cronica. Se il disturbo da reflusso gastrico si manifesta in persone ansiose, è consigliabile somministrare l'estratto fluido di Tiglio, nella dose di 20 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti. Grazie alla sua azione calmante e anti-acida aiuta ad alleviare i sintomi e a tenere sotto controllo il decorso della malattia. Per combattere la dispepsia può essere assunta la Melissa officinalis (Melissa) sotto forma di estratto fluido nella dose di 15 gocce tre volte al giorno sempre lontano dai pasti, diluite in 100 ml di acqua naturale oppure di succo puro di mirtillo, è controindicata in caso di ipotiroidismo.

E' tassativo che chi soffre di questa patologia cronica debba stare lontano da tutti quei prodotti a base di zuccheri raffinati, grassi saturi, salumi e affettati, frutta e verdura con un'alta acidità come agrumi e pomodori. Sarà bene evitare anche crusca e farine integrali o formaggi stagionati, oltre che, nella fase acuta del disturbo, non si devono assumere alimenti con spezie irritanti, caffè o tè nero, bevande alcoliche e fritture.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere