Caratteristiche fisiche dosha

tridosha ayurveda tre elementi

Tridosha

Ognuno di noi è nato con un certo equilibrio di V-P-K che deter­mina le caratteristiche personali e i punti di forza o di debolezza della persona. Non esistono due persone uguali, ma si dice che esi­stono tre tipi puri e sette tipi misti (questa standardizzazione viene usata a scopo di valutazione e trattamento). Per esempio, una persona nata con un'alta percentuale di Pitta e una presenza limitata di Vata e Kapha verra considerata un tipo dominante; con Pitta dominante. La visione ayurved­ica di ogni singolo paziente differisce dal sistema di medicina occidentale in cui tutti vengono trattati allo stesso modo.

A causa di cambiamenti climatici e stagionali, alle fasi della vita, ai cambiamenti di dieta o di stile di vita, con il passare del tempo si può andare fuori equilibrio. Se aumentiamo di quindici chili, cambia il rapporto V-P-K e ci sentiremo di nuovo "noi stessi" quan­do ritorneremo alle proporzioni tra i dosha con cui siamo nati. L'Ayurveda può aiutare le persone a individuare il proprio equili­brio originale e ritornare ad esso.

Tipo VATA

Un individuo con influenza primaria di Vata mostrerà molte delle seguenti caratteristiche: corpo­ratura sottile, sia esso alto o basso; le articolazioni scricchiolano facilmente, l'irregolarita e di abitudine, sono possibili articolazioni sporgenti, gambe arcuate, corpo sproporzionato con gam­be lunghe e torace corto, scogliosi, struttura irregolare del viso (setto deviato e naso ricurvo, ecc.).

Se prende peso accumula grasso attorno alla vita. La pelle avrà la tenden­za a essere secca, ruvida e fredda al tatto. La colorazione della pelle sarà più scura di quella del resto della famiglia. I capelli potranno essere scuri, secchi e crespi. I denti spesso sono storti, sporgenti, spaziati con tendenza alla ritra­zione delle gengive. Gli occhi possono essere piccoli, asciutti, mobili, neri o marroni. L'appetito e variabile o scarso, quando sono distratti spesso saltano i pasti e poi diventano affamati riempiendo il piatto con più cibo di quel che possono mangia­re.

Le dita delle mani e dei piedi sono lunghe e affusolate con unghie fragili che si rompono facilmente, se si ammala soffre di dolori e disturbi nervosi. La sete è variabile e l'andar di corpo avviene con molta aria, feci secche, dure e tendenza alla costipazione. Fisicamente i Vata sono persone attive ma spendono facilmente la loro energia e per continuare l'attivita si affidano a caffeina, zucchero e stimolanti vari. La mente non si ferma mai, è attiva, curiosa e creativa, sotto stress possono diventare timorosi, insicuri e ansiosi. Cambiano idea facilmente, hanno una buona memoria a breve termine ma si dimenticano facilmente delle cose. Sognano spesso di volare, correre, saltare e fanno sogni paurosi. II sonno e difficoltoso, con interruzioni e possono soffrire di insonnia.

La parlata è veloce, caotica, impulsiva e spesso parlano con le mani, hanno le mani bucate perchè spendono impulsivamente, il polso è esile, debole e irrego­lare. I tipi dominati da Vata possano essere molto diversi l'uno dall'altro, ma condivideranno molte delle caratteristiche appena descritte.

Tipo PITTA

Un individuo con predominanza di Pitta avrà una corporatura media ben proporzionata. Può prendere o perdere peso con relativa facilità, spesso ha la pelle delicata, untuosa, si brucia facilmente, ha un tono di colore ramata o giallastro ed e calda al tatto, lentiggini e nei sono molto comuni insieme alla tendenza all'acne, suda facilmente. I capelli sono morbidi, biondi o rossi, si imbiancano prematuramente con tendenza al diradamento e alla calvizie. Le dita sono ben formate e proporzionate, le unghie hanno un aspetto roseo.

Gli occhi sono acuti, penetranti, grigi, verdi con una tinta giallastra sulla sclera (la parte bianca). Se si ammala il tipo Pitta avrà febbre, infiammazione e infezione. Spesso e assetato, le feci sono morbide, oleose e sciolte, va di corpo tre valte al giorno o più, preferisce l'attività moderata e ama la competizione per via della sua natura aggressiva. I tipi Pitta sono intelligenti e determinati con una memoria acuta, sotto stress possono diventare irritabili, autoritari, collerici e gelosi.

I sogni sono impetuosi, appassiona­ti e pieni di colori, il sonno e moderato e profondo, la parlata e acuta, chiara, fluida e può essere tagliente e sarcastica. I Pitta spendono moderatamente e con metodo, il polso e forte e regolare. Spesso si può riconoscere un Pitta dalla passione con cui fa le cose, dall'energia focalizzata e dall'impegno.

Tipo Kapha

II Kapha puro è facile da riconoscere, è corpulento ed ha una struttura fisica possente. Gli hawaiani sono una popolazione Kapha. La pelle è spessa, untuosa, fredda al tatto, pallida e più luminosa rispetto a quella degli altri componenti della famiglia. Sudano poco, ingrassano facil­mente e devono fare esercizio fisico per perdere peso. I capelli sono spessi, oleosi, ondulati con sopracciglia e ciglia spesse. I denti sono forti, bianchi, grossi e ben formati, gli occhi sono grandi e attraenti, l'appe­tito è debole ma costante, possono saltare i pasti facilmente senza risentirne gli effetti.

Se il Kapha si ammala soffre comunemente di congestione, eccesso di muco e ritenzione di liquidi. Raramente hanno sete, vanno di corpo regolarmente (una volta al giorno) con feci spesse e untuose. Pacifici e contenti, si muovono lentamente e consumano poca energia, hanno buona resistenza. Le tendenze negative possono essere l'egocentrismo, l'avidità e una eccessiva sensibi­lità, sono amici e lavoratori attendibili e leali. Sono lenti a imparare cose nuove ma dimentica­no difficilmente qualcosa quando è stata imparata.

I sogni sono spesso romantici e riguardano l'acqua. La parlata è lenta e monotona o melodiosa. Spendono con accuratezza, risparmiano con facilità e hanno sempre la dispensa piena. Il battito del polso è lento e costante.

 

 

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga