Sei stadi della malattia

sangue livelli malattia

Sangue di vita

Come la malattia si genera

Esistono sei stadi progressivi della malattia infatti la malattia non compare improvvisamente e non esistono cose come: "un improvviso attacco di cuore". La malattia si crea con anni di squilibrio e negligenza. Il primo stadio della malattia è chiamato accumulo e comincia quando è presente uno squili­brio nei dosha e un loro accumulo in aree specifiche del corpo. Questo può accadere a causa di dieta, stile di vita, pensieri o sentimenti non adatti. Il secondo stadio, aggravamento, è il segno che il dosha comincia a traboccare come fa una brocca d'acqua sotto un rubinetto che gocciola. Il terzo stadio, disseminazione, corrispondente all'eccesso di dosha che si muove nel corpo.

Durante questo stadio possono comparire una serie di sintomi in varie parti del corpo e in momenti diversi; vaghi sintomi di difficile determinazione sia per il paziente che per il medico. Il quarto stadio è conosciuto come trasferimento: questo è lo stadio in cui il dosha squilibrato si localizza in un luogo specifico e comincia a provocare sintomi più evidenti. Il quinto stadio è la manifestazione, in cui i dosha all'eccesso si sono ormai localizzati e possono essere identificati come malattia specifica. L'ultimo stadio è chiamato disgregazione perchè la malattia intacca la salute dell'individuo, è a questo stadio che un medico può riconoscere definitivamente quel che non va e dare un nome alla malattia. 

Lo sviluppo della malattia grazie a questo schema semplicistico ma specifico contemporaneamente consente di identificare, come si diceva, lo sviluppo di un problema di salute così attraverso il primo stadio (l'accumulo), ad esempio, una persona potrebbe avere una dieta troppo leggera o troppo asciutta durante la stagione fredda e secca, uscire all'aperto senza proteggersi bene dal vento freddo e secco. Queste abitudini alterano il metabolismo, il flusso sanguigno, lo stato mentale e la digestione. Il Vata comincia ad accumularsi nel colon causando flatulenza, costipazione e difficolta a prendere sonno. Con l'aggravamento i sintomi aumentano, compaiono dolori e spasmi intestinali, aumentano flatulenza e costipazione, dopodiché con la disseminazione cominciano a comparire sintomi come pelle secca, rigidità agli arti, mal di testa e dolori al momento di andare di corpo.

Sopraggiunge il trasferimento col quale il dolore alle articolazioni diventa il sintomo più evidente facendo comparire, attraverso la manifestazione, il dolore che ora è evidente quindi identificabile come artite. Infine arriva la disgregazione dove diventa evidente la manifestazione specifica dell'artrite Vata con freddo, rigidità, secchezza e dolori alle articolazioni. Se si scopre per tempo uno squilibrio dei dosha e si comincia il trattamento sarà più facile rimediare allo squilibrio, infatti nei primi stadi la semplice rimozione delle tossine, dei residui e dei dosha in eccesso farà tornare il corpo a uno stadio di equilibrio e di buona salute. Il pancha karma è una terapia ayurvedica di purificazione che favorisce tutti i processi eliminativi, che verrà seguita da una terapia ringiovanente per aiutare il corpo a ricostituire i tessuti danneggiati.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga