Vincere la cellulite

Combattere la cellulite

La cellulite è un disturbo che, in forme più o meno appariscenti, colpisce le donne, ma la betulla è un rimedio naturale che aiuta a combatterlo. La cellulite non risparmia neppure le giovanissime, si localizza preferibilmente nei tessuti sottocutanei di cosce e fianchi, ma compare anche sull'addome, sui glutei e sulla parte esterna delle braccia.

Tra le cause vi è una ridotta capacità drenante del sangue nei tessuti interessati e una predisposizione tipicamente femminilelegata al ciclo ormonale, anche se uno dei fattori scatenanti, riguarda la brutta abitudine della maggior parte delle donne di non bere acqua a sufficienza tutti i giorni. I trattamenti locali, sotto forma di massaggi, sono molto utili per riattivare la circolazione e ridurre la cellulite. Accertato con il medico che non vi siano problemi di natura renale (sempre che non sia il classico dottore sufficiente), si può ricorrere all'aiuto delle piante, evitando quelle ad azione rubefacente per l'applicazione esterna.

La Betulla (Betula alba - betulla bianca)

Le foglie di betulla contengono principi attivi che stimolano la diuresi e favoriscono la riduzione degli edemi, aiutando a ristabilire un corretto equilibrio dei liquidi all'interno dei tessuti, senza provocare effetti collaterali sgraditi. La tisdana anticellulite si prepara sotto forma di decotto, facendo bollire due cucchiai di miscel (indicata di seguito) in mezzo litro di acqua per quindici minuti e poi filtrando. Perché la cura sia efficace, il decotto va preso per un mese due volte al giorno (mattino e sera), prima di sottoporsi a un ciclo di massaggi.

Tisana anticellulite

Betulla foglie tritate                grammi 40
Centella asiatica pianta tritata grammi 30
Tiglio fiori e brattee tritate       grammi 30

Consiglio di bere molta più acqua, possibilmente non gassata e camminare almeno una oretta al giorno o tutti i giorni (meglio) o minimo 4 volte alla settimana, non ha importanza che andiate a correre ma che camminiate normalmente, possibilmente facendo scalini, sempre con la vostra velocità, per evitare incidenti o contratture.

Il movimento è il normale massagio che il corpo usa per smuovere i liquidi stagnanti e per avviarli agli apparati escretori come intestino, reni e pelle (tramite il sudore), se dopo tre mesi non avrete ottenuto effetti, provate anche con un massaggio drenante o linfodrenante. Nel periodo di cura non mischiate vari prodotti ma usate solo la tisana indicata, questo per non sovrapporre effetti che magari potrebbero annullarsi gli uni con gli altri.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga