Cistite

Cistite rimedi naturali

La cistite è una infiammazione che si manifesta con sintomi frequenti a urinare, accompagnati da fitte molto dolorose, ma l'uva ursina è specifica per questo disturbo. La cistite è una infiammazione della vescica che può comparire all'improvviso, in forma acuta, con stimoli frequenti a urinare (non sempre seguiti da sufficiente emissione di urina) e dolore alla parte bassa del ventre e dell'orifizio uretrale. Quando trascurata, la cistite può diventare cronica. Le cause sono da ricercare in infiammazioni sostenute da batteri spesso provocate da scarsa igiene locale, ma anche l'irregolare funzionamento dell'intestino e lo stress psicofisico possono provocare un attacco di cistite che è più frequente nelle donne. Sentito il parere medico, è possibile ricorrere alle proprietà disinfettanti e antibatteriche di alcune piante.

Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi)

Le foglie di uva ursina contengono principi attivi utili nel trattamento di tutte le infezioni dell'apparato urinario, specialmente quando si sospetta la presenza di batteri. Le foglie di uva ursina non sono propriamente diuretiche ma, grazie ai principi attivi contenuti, esplicano una valida azione antisettica sulle mucose delle vie urinarie e favoriscono di conseguenza la risoluzione del problema.

In associazione con l'uva ursina vi sono l'erica, che stimola la diuresi provocando un benefico lavaggio della vescica e l'echinacea, che aumenta le difese immunitarie dell'organismo in caso di infezione. La tisana utile a tale scopo, si prepara sotto forma di infuso e cioè versando una tazza di acqua bollente su un cucchiaio di miscel, dopo quindi minuti si filtra il liquido e se ne bevono tre tazze al giorno, lonatno dai pasti principali, preparando l'infuso ogni volta. L'azione dell'uva ursina è più efficace se, durante il periodo della cura, si introducono nell'alimentazione cibi in grado di alcalinizzare le urine, come i formaggi, i latticini e spremute d'arancia e di limone.

Tisana anti cistite

Uva ursina foglie tritate   grammi 40
Erica sollità tritate          grammi 30
Echinacea radice tritata  grammi 30

Quando la cistite è ricorrente per alleviare i disturbi, l'uva ursina può essere associata con piante come la verga d'oro , che ha una buona azione diuretica e antinfiammatoria e la calendula, dalla delicata azone decongestionante. La tisana è particolarmente indicata per le cistiti femminili, in genere si prepara un litro di infuso, da bere a bicchieri nell'arco della giornata. la dose da preparare in un'unica soluzione, è di un l itro di acqua bollente per quattro cucchiai di miscela. Dopo quindici minuti si filtra e si conserva il liquido in una teiera.

Tisana per cistite ricorrente

Uva ursina foglie tritate       grammi 40
Verga d'oro sommità tritate grammi 30
Calendula fiori tritati           grammi 30

Talvolta la cistite ricorrente ha come origine problemi di stipsi intestinale, in questi casi, o anche in situazioni di leggera incontinenza, abbastanza frequente nelle donne, è utile ricorrere alle proprietà del polline d'api attivato biologicamente, associato ai semi e all'olio di semi di zucca. In erboristeria è facile trovare questi rimedi sotto forma di capsule, la dose consigliata è di tre capsule al giorno.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga