Afte virus

Curare afte erboristeria

Le afte si presentano, spesso senza apparente motivo, sotto forma di vescicole localizzate nella mucosa della bocca, talvolta sono molto dolorose; ai primi sintomi conviene ricorrere alla propoli. Le afte sono infiammazioni vescicolari che affliggono in maniera ricorrente le mucose interne delle guance o i bordi della lingua. Le vescicole dell'afta, dopo il secondo o terzo giorno, si aprono e formano piccole ulcere dolorose che, nella maggioranza dei casi, scompaiono e guarisocno da sole nel giro di una settimana, senza lasciare cicatrici. Spesso le afte nascono da un momento di stress che sovraccarica il sistema immunitario del corpo il quale non riesce a contrastare più eventuali batteri che formano lo sfogo di pus dell'afta. Di probabile origine virale, secondo i medici (in parte hanno ragione ma spesso si tratta del discorso appena fatto) le afte compaiono anche in seguito a irritazioni da apparecchio ortodontico, o a cattivo assorbimento intestinale e mancanza di vitamine del complesso B.

La propoli

Nel caso di afte, non si ricorre a una pianta, ma a questa sostanza resinosa prodotta dalle api, che la raccolgono dalle gemme e dalla corteccia di alcuni alberi (conifere, pioppo, ippocastano, betulla, frassino, quercia, olmo), la trasportano all'alveare e la miscelano ad alcuni prodotti secreti dalle ghiandole salivari e alla cera. Le proprietà della propoli, scientificamente studiate solo di recente, confermano l'azione antibiotica e, soprattutto in questi casi, le proprietà cicatrizzanti e disinfettanti.

La soluzione glicerica di propolis si acquista in erboristeria o in farmacia: non è alcolica e quindi non brucia, può essere usata per toccature locali sulle lesioni causate dalle afte, applicando un paio di volte al dì sulle vescicole un batuffolo di cotone imbevuto nella soluzione pura e lasciando agire per qualche secondo o anche 5 minuti, il componente. Per gli sciacqui disinfettanti del cavo orale da fare in caso di afte, si può aggiungere qualche goccia di propoli in soluzione glicerica ad alcune tisane di erbe dalle proprietà lenitive o antisettiche, come quelle preparate con la malva o la menta.

Si trattiene il liquido in bocca per un paio di minuti prima di espellerlo: gli sciacqui si ripetono due o tre volte al giorno. Talvolta la comparsa ricorrente di afte dipende da uno squilibrio della flora batterica intestinale, come si diceva all'inizio questa parte è fortemente interessata dagli stati stressanti della vita quotidiana, in questi casi sono di aiuto sia i fermenti lattici sia lo yogurt intero naturale. Per essere efficace, l'assunzione deve essere regolare e protrarsi per un certo periodo di tempo.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga