Medicina sciamanica del suono

Medicina sciamanica uso della voce

Siamo creature divine progettate per la salute e il benessere, ciascuno con una vibrazione personale unica, come evidenziato dalla nostra voce unica. In questo processo di guarigione del proprio corpo, la propria voce, viene utilizzata per spostare l'energia stagnante o "bloccata" nel fisico. La vibrazione del suono diretto permette all'energia dissonante di muoversi consentendo all'energia una via di sfogo verso l'esterno, basti pensare come il solo urlare liberamente pensando a un evento doloroso possa farlo scaricare all'esterno aiutando a diminuire la tensione interna, seppur non risolva da solo la cosa.

Ogni parte del corpo corrisponde a un tipo di emozione particolare, come ben ha compreso a suo tempo il dottor Hamer, si pensa, ad esempio, che i polmoni corrispondano al dolore, il fegato alla rabbia, i reni alla paura, al cuore la gioia, alla milza le preoccupazioni, eccetera.

Quando una emozione ristagna in un organo arrivando all'eccesso della sopportazione dell'organo stesso, ecco spuntare la malattia o lo stato di disequilibrio, che indica come l'organo colpito non sia in grado di lavorare in maniera ottimale: le emozioni che non state represse in esso non scompaiono ma si cristallizzano, arrivando in molti casi a creare calcoli (come nella cistifellea, fegato e reni) o tumori e cancri.

Ho sentito, in molti corsi dove era presente personale che si spacciava per sciamano, che loro vivevano nell'equilibrio della natura, senza accorgersi che possedevano grandi problemi repressi, da loro stessi, per illudersi di stare bene quando la verità non era quella.. Considerate l'emozione della paura e di come il corpo risponda con una aumento dei battiti cardiaci, una stimolazione alla minzione (il classico caso di farsela addosso), con un irrigidimento dello stomaco (che causa il cosiddetto senso di vomito o blocco del respiro, a seconda della persona).

Medicina del suono

Sciamanesimo suono che guarisce

Sciamano cura con suono del tamburo

La paura è un invito all'azione, a lottare o scappare da una situazione potenzialmente pericolosa, che la parte istintiva della nostra psiche attua per la propria sopravvivenza. Se siamo in un continuo stato di paura senza poter agire ecco che questa energia comincia ad accrescersi, andando a danneggiare il fisico oltre che la psiche, facendo diminuire la forza vitale. In questo caso usare la nostra stessa voce può aiutarci a diminuire la tensione che si è venuta a creare dentro di noi, facendo si che il corpo si liberi da questa tensione per ritornare a uno stato di quiete e tranquillità.

La voce viene usata durante riti o ritrovi personali o di gruppo (anche se la cosa migliore sarebbe effettuare sedute personali intimamente condotte o effettuate da sé) per guidare la propria coscienza nella tensione dell'organo che si sente in difficoltà, guidando l'energia con la mente dall'organo alla voce, per poterla espellere tramite vocalizzi o urli, a seconda delle necessità, esaurendo così la mancanza di equilibrio.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga