Cardamomo proprietà

Cardamomo per ritrovare la concentrazione

Semi di cardamomo proprietà

Semi di cardamomo

Somigliante nell'aspetto alla canna comune, il cardamomo (Elettaria cardamomum) è una pianta erbacea perenne, originaria dell'Asia tropicale e soprattutto dell'India, dove viene usata spesso nelle ricette della regione.

Caratteristico è il lungo stelo della pianta che può raggiungere altezze notevoli, anche i 4 metri, ed è ornato da foglie dalla forma "a sciabola" di consistenza setosa e da graziosi fiorellini giallognoli, che danno origine poi a frutti del tutto simili a piccole noci con tre spigoli arrotondati, noti come "grani di cardamomo".

Questi ultimi contengono all'interno alcuni semi di forma oblunga di colore rossiccio, che una volta essiccati, forniscono, mediante estrazione in corrente di vapore, l'olio aromatico, dal colore giallino chiaro e dal profumo speziato e dolciastro, vivacizzato da un sottofondo di note balsamico-legnose.

Il cardamomo è noto per le sue note speziate utilizzate a scopo di condimento nella cucina indiana ma anche europea: sicuramente meno conosciute sono le sue proprietà curative che lo hanno reso un rimedio ampiamente utilizzato dalla medicina tradizionale cinese per una serie disparata di disturbi, dalle malattie polmonari ai problemi di digestione, mentre la farmacopea erboristica britannica lo cita come rimedio per i problemi di dispepsia e meteorismo.

Utilizzato nei diffusori o per inalazione diretta (ne bastano poche gocce su un fazzoletto da portare in tasca o in borsa) quest'olio di cardamomo possiede la preziosa facoltà di stimolare la concentrazione e il lavoro mentale, allontanando eventuali affaticamenti e tensioni nervose.

Quasi un "reset" aromatico della mente, che riesce così a ritrovare energia e concentrazione anche nei momenti di stress, di forte pressione emotiva o più semplicemente dopo un pasto abbondante. Si tratta inoltre di un olio essenziale di cardamomo sicuro: è dotato di una azione particolarmente delicata che riduce al minimo le possibili intolleranze e i fenomeni irritativi.

Olio di cardamomo uso interno:

Contro i disturbi intestinali, si può usare l'olio di cardamomo che aiuta a risolvere o affrontare i problemi digestivi e dell'apparato digerente: oltre a essere in grado di risolvere i fenomeni di fermentazione gastrica ed intestinale (meteorismo e flatulenza), il cardamomo favorisce un rapido miglioramento in caso di crampi e coliche, stimolando nel complesso la funzionalità dell'intero tratto gastrointestinale. Il cardamomo risulta utile, ad esempio, anche in caso di mancanza di appetito e addirittura nell'alitosi (in India masticano semi di cardamomo per alleviare il problema o li mettono nel tè).

Come usare al meglio il cardamomo:

L'aromaterapia francese suggerisce, per trattare i disturbi intestinali, l'assunzione di 2 gocce di olio essenziale di cardamomo, 2-3 volte al giorno, preferibilmente associate ad infusi a base di piante come l'angelica, la melissa, la camomilla e lo zenzero.

 

 

Bellezza viso donna

Ti potrebbe interessare leggere