Un vino per ogni disturbo

qualità del vino

 

Qualità medicinali del vino

Ecco dunque un elenco di massima dei tipi di vino consigliabili in presenza di alcuni tra i più diffusi disturbi fisici. Nei soggetti affetti da ipertensione arteriosa sono consigliabili vini rosati e rossi di gradazione non troppo elevata e vini bianchi leggeri. Chi ha disturbi all'intestino con stitichezza può bere tutti i vini bianchi o chiaretti, giovani e non molto alcolici. Per l'ipotensione arteriosa sono consigliati i vini rossi superiori e corposi; per l'ipercloridria sono adatti i vini bianchi o rossi leggeri, a basso contenuto alcolico e poco acidi, mentre per l'ipocloridria quelli bianchi secchi, rosati o chiaretti giovani e poco alcolici e con un certo tenore di acidità.

Quale vino migliore

Chi ha qualche problema di insufficienza epatica può trarre giovamento da vini rosati, chiaretti o bianchi leggermente zuccherini, poco ricchi in alcol e di buona acidità, possono anche essere assunti vini rossi a basso contenuto tannico. Per i disturbi renali sono consigliabili i vini rossi a bassa gradazione alcolica e con scarso contenuto in tannino, e i vini bianchi leggeri, entrambi da usare con prudenza e in dosi molto moderate.

qualità del vino vini

Vini di qualità

Negli stati ansiosi sono da preferire i vini rossi comuni da pasto o i rosati, poco alcolici, mentre negli stati di stanchezza tutti i vini ma in particolare quelli bianchi e rossi di ottima qualità secchi o amabili. Negli stati depressivi sono consigliati, sempre che siano tollerati (e solo se non si assumono psicofarmaci o similari) tutti i vini e specialmente i rosati, i chiaretti e i vini frizzanti ed alcuni amabili e dolci.

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga