Vitamina E

vitamina E alimenti

Fecondità vitamina E

Vitamina E Fecondità

Questa vitamina ha una notevole importanza nella riproduzione e nelle funzioni nervose e muscolari. Dal punto di vista biologico infatti, la vitamina E agisce come fattore della fecondità: numerosi esperimenti sugli animali hanno dimostrato che sia il maschio che la femmina perdono la loro capacità riproduttiva se tenuti a lungo ad alimentazione priva di tale vitamina.

La carenza di vitamina E causerebbe un'alterazione degenerativa dei tessuti testicolare e ovarico, che producono gli elementi seminali maschili e femminili, da qui la sterilità.

Inoltre si sarebbe accertato che, la donna incinta, che si nutrisse a lungo di cibi completamente privi di vitamina E potrebbe andare incontro all'aborto o al parto prematuro. Nella donna che allatta, la mancanza di vitamina E provocherebbe una diminuzione della secrezione del latte da parte delle ghiandole mammarie.

Il principale campo di impiego della vitamina E è nelle terapie contro l'aborto abituale, il parto prematuro e la sterilità, nonché nella azoospermia o mancata produzione di spermatozoi da parte del tessuto testicolare viene tuttavia impiegata anche per curare disturbi delle ricorrenze mestruali, affezioni vasali e della pelle, angina pectoris, malattia di Dupuytren.

Fabbisogno giornaliero nell'uomo: 1 mg.

Erbe e verdure in cui è presente la vitamina E sono le arance, i mandarini, banane, pomodori, verze, insalata, oltre che nell'olio d'oliva, vino, nel germe di grano, di mais e di arachidi. E' ricavabile infine anche dal riso.

 

 

Ti potrebbe interessare leggere

vestiti per lo yoga

Negozio prodotti per lo yoga